Inaugurata Piazza Marconi. Il ringraziamento degli studenti all’Amministrazione comunale

/ Autore:

Società



Inaugurata piazza Marconi: protagonisti gli studenti. In sala Ruggiero consegnata l’agenda scolastica 2019/2020 dedicata alla Costituzione Italiana realizzata dagli alunni delle quinte, della secondaria di primo grado e dell’infanzia:

Dopo tanti lavori di ristrutturazione e numerosi affanni, finalmente potremo goderci questa Piazza per anni. E’ un luogo fantastico per adulti e per noi più giovinetti avranno luogo qui infiniti giochi e incontri con amici prediletti. Ringraziamo di cuore il sindaco Franco Ancona perché questa ristrutturazione è una cosa molto buona. Esprimiamo la nostra gratitudine all’Amministrazione tutta promettendovi che nel rispettare la nuova piazza ce la metteremo proprio tutta“.

E’ una delle filastrocche scritte e recitate dai piccoli alunni dell’I.C. “G. Marconi” che così hanno voluto esprimere la loro gratitudine, nei confronti dell’Amministrazione Comunale, per l’avvenuta ristrutturazione di piazza Marconi. Sono stati proprio loro, gli studenti dello storico istituto scolastico martinese, i protagonisti della cerimonia di inaugurazione della piazza, svoltasi, al cospetto di una numerosa rappresentanza di genitori, alla presenza della Dirigente scolastica, dott.ssa Grazia Anna Monaco, del sindaco, Franco Ancona, del vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Gianfranco Palmisano, e di una significativa delegazione della stessa Amministrazione comunale, composta dagli assessori Antonio Scialpi (Diritto allo Studio), Tiziana Schiavone (Politiche Sociali), valentina Lenoci (Politiche giovanili) e da una rappresentanza di consiglieri. Ad aprire la cerimonia, sulle note dell’inno di Mameli, la sfilata degli alunni delle quinte, della Scuola Secondaria di Primo Grado e di una piccola rappresentanza della Scuola d’infanzia.

Un corteo composto e gioioso, che dopo aver portato e posizionato al centro della piazza lo stendardo della Scuola, ha composto, con lettere colorate, la parola “Grazie di cuore”, anticipando il senso dell’intervento della Dirigente Monaco: “Piazza Marconi da sempre rappresenta un luogo di aggregazione e socializzazione non solo per tanti genitori, tante famiglie che qui accompagnano e attendono i propri bambini, ma per l’intera comunità cittadina – ha sottolineato la dott.ssa Monaco – ed oggi grazie a questo importante intervento di riqualificazione rafforzerà questo suo prezioso ruolo di coesione sociale. Per questo va all’Amministrazione comunale il ringraziamento nostro e di tutti gli alunni della nostra scuola“.

Il ruolo di un’Amministrazione deve essere quello di favorire il benessere dei suoi cittadini, in ogni forma – ha quindi sottolineato il sindaco, Franco Ancona – anche attraverso interventi che possano promuovere il senso di comunità, garantendo allo stesso tempo sicurezza in una città a misura di bambino. E la riqualificazione di piazza Marconi, oltre che del sottopassaggio, sono progetto realizzati che vanno proprio in questa direzione“.

Successivamente, è toccato agli studenti leggere alcuni testi sulla storia di piazza Marconi e sull’importanza di rendere sempre più vivibile la città. Il canto “La voce della mia città” diretto dalla docente Tiziana Ancona ha quindi chiuso la prima parte della cerimonia, alla quale è seguita, all’interno dell’istituto, nella cornice della Sala Ruggiero, la presentazione e la consegna ufficiale agli alunni, da parte del Sindaco, dell’agenda scolastica 2019/2020 dedicata alla Costituzione Italiana. Un lavoro frutto di un importante progetto realizzato in continuità didattica che ha coinvolto la scuola dell’infanzia, le classi 5^ e gli alunni delle classi di Scuola Secondaria di Primo Grado.

Un volume prezioso, in cui sono stati raffigurati, anche attraverso disegni e illustrazioni, i primi dodici articoli della Costituzione, uno per mese, relativi ai diritti fondamentali, realizzato per offrire una significativa riflessione su temi fondamentali, quali: il rapporto tra cittadinanza e legalità e tra diritti e doveri, per indirizzare i nostri ragazzi sul percorso che dovrà portarli a divenire cittadini del domani.


commenti

E tu cosa ne pensi?