Festival della Valle d’Itria, assolta la stalker: è incapace di intendere e di volere

/ Autore:

Società


Nuova puntata del caso che vede coinvolta la cantante lirica giapponese che era stata arrestata per stalking a Martina Franca lo scorso 30 luglio mentre cercava di avvicinarsi al direttore d’orchestra Sesto Quatrini.

Dopo la perizia di 20 giorni fa dello psichiatra Francesco Scapati, secondo la quale la giapponese è affetta da un grave disturbo che ne altera la percezione della realtà, arriva oggi l’incredibile assoluzione della stalker proprio sulla base di tali disturbi. A riportare la notizia è l’edizione odierna del Quotidiano, che cita alcuni fatti accaduti durante l’ultima udienza in tribunale. Dopo il verdetto circa l’incapacità di intendere e di volere la 29enne è andata in escandescenze: cinta in un inusuale abito da sera, la stessa si è rifiutata di abbandonare l’aula, finchè è intervenuto il personale del 118 che l’ha portata in ospedale per sottoporla al trattamento sanitario obbligatorio.

Nelle scorse udienze ricordiamo che il direttore d’orchestra aveva raccontato delle persecuzioni subite dalla giapponese, che credendo di essere la sua compagna e di doverlo proteggere, lo seguiva per tutto il mondo minacciandolo di fargli del male se l’avesse rifiutata. Un semplice rapporto professionale nato lo scorso anno sempre durante il Festival della Valle d’Itria si era quindi trasformato in un incubo per Quatrini, con la giapponese che lo perseguitava persino sui social, dove la stessa postava contenuti diffamatori e infastiva persino gli amici del direttore d’orchestra.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?