La pedonalizzazione di Corso Messapia si complica. Sconfitta nei sondaggi

/ Autore:

Politica, Società



Si fa sempre più complicato il percorso di pedonalizzazione di Corso Messapia. Il 25 novembre scorso il Duc presenta una richiesta di incontro urgente agli assessori Lasorsa e Maggi e al sindaco Ancona, perché dopo aver somministrato settanta questionari ai commercianti della zona, la scelta unilaterale di chiudere la strada nei week end estivi non era stata gradita. I risultati sembrerebbero così negativi che il Distretto Urbano del Commercio, di cui fa parte anche l’Amministrazione, ha chiesto urgentemente un incontro.

Da Palazzo Ducale la risposta è stata un sondaggio diffuso sul canale Telegram della Polizia Locale, che fa riferimento all’assessorato alla Mobilità, con il quale si chiede “A dicembre riparte la pedonalizzazione di corso Messapia il sabato sera e la domenica. Alcuni commercianti chiedono la riapertura perché lavorano meno. Famiglie e pedoni chiedono la chiusura!”, con tanto di punto esclamativo. Anche qui, però, su 495 voti totali, la maggioranza si è espressa contro la chiusura al traffico, con il 57% contrario. Se fosse stato il tentativo di mettere contro cittadini e commercianti, è andata male per Palazzo Ducale.

Tutto da rifare, quindi, per Pasquale Lasorsa, che caparbiamente e stoicamente sta provando a rendere Martina Franca più a misura di pedone, scegliendo, probabilmente, la tattica sbagliata, perché i commercianti non hanno gradito la mancata condivisione. Inoltre il limite potrebbe essere stato anche quello di non aver adeguatamente sostenuto la scelta con una campagna di sensibilizzazione, limitando la comunicazione a due transenne messe a bloccare l’accesso.


commenti

E tu cosa ne pensi?