Differenziata, nuova campagna di sensibilizzazione e nuove buste: tutte le novità

/ Autore:

Ambiente


Raccolta differenziata, al via la nuova campagna di sensibilizzazione. Da Lunedì 17 febbraio gratuite nuove buste compostabili. Di seguito nota del comune di Martina Franca:

Ha preso ufficialmente il via, domenica 2 febbraio, la campagna promossa dall’Amministrazione comunale – Assessorato all’Ambiente per sensibilizzare i cittadini a fare una raccolta differenziata “di qualità”.

“Le importanti percentuali di raccolta differenziata raggiunte dalla Città di Martina Franca sono il segno tangibile dell’impegno quotidiano dei martinesi. Le grandi questioni ambientali, che in parte riguardano anche la raccolta differenziata, per essere affrontate e vinte hanno bisogno di percorsi chiari e dell’impegno di tutti. E’ ora necessario lavorare per migliorare la qualità della raccolta differenziata. A questo fine, in collaborazione con l’azienda Monteco, abbiamo ideato una campagna mirata a perseguire questo obiettivo: fare una corretta raccolta differenziata che ci consenta uno smaltimento sicuro dei nostri rifiuti ed evitare eventuali sanzioni applicate dagli impianti dovute all’impurità”, ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente ed Ecologia Valentina Lenoci

“Molto spesso alcuni cittadini – continua Lenoci – conferiscono la frazione organica in buste non idonee. Per questo motivo l’Amministrazione ha acquistato un’ulteriore fornitura di buste compostabili, necessarie per il corretto conferimento della frazione organica, che verranno distribuite gratuitamente a tutti i cittadini, a partire da lunedì 17 febbraio 2020, presso i Front Office Monteco. Un nuovo piano di comunicazione per arrivare a tutte le fasce di cittadini a partire dai video che nelle prossime settimane verranno diffusi su tutti i canali di comunicazione. Proseguirà, inoltre, il servizio di monitoraggio ambientale, grazie al lavoro congiunto fra Polizia Locale e gli Ispettori Ambientali di Monteco, sui conferimenti non conformi”, conclude l’Assessore.


commenti

E tu cosa ne pensi?