Il 16° Stormo per il sociale. Conclusa ieri l’iniziativa a sostegno di Telethon

/ Autore:

Società


Il 16° Stormo di Martina Franca, in collaborazione con l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) a sostegno di Telethon.

Domenica 23 febbraio 2020 si è conclusa l’iniziativa del 16° Stormo “Protezione delle Forze” di Martina Franca (Ta) a sostegno di Telethon, organizzata in collaborazione con l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) – Sezione “Valerio Cappelli” di Martina F., per l’assistenza e la ricerca sulla distrofia muscolare.

L’attività, autorizzata dallo Stato Maggiore della Difesa, ha previsto la vendita dei “Cuori Telethon” ed un torneo di burraco di beneficenza cui hanno partecipato il personale in servizio allo Stormo e le associazioni locali. L’iniziativa ha consentito di raccogliere una contributo che sarà devoluto a favore della ricerca sulla distrofia muscolare e le malattie genetiche.

Un appuntamento rinnovatosi anche quest’anno, grazie all’ormai consolidata collaborazione fra le Forze Armate, in particolare l’Aeronautica Militare, e Telethon. “La partecipazione all’iniziativa benefica da parte di cittadini di Martina Franca e dei comuni limitrofi testimonia, ancora una volta, quanto sia forte il legame tra il 16° Stormo ed il territorio che lo ospita” ha riferito il colonnello Antonio Pellegrino, comandante il Reparto.

Franco Cappelli, coordinatore UILDM di Martina Franca e Brindisi, ha espresso ringraziamento al 16° Stormo e alle Forze Armate per la sensibilità dimostrata dall’Amministrazione della Difesa a favore di Telethon.

Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare. La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale.

————————————————————————————————————————

Il 16° Stormo discende dal 6° Gruppo Aeroplani che si distinse nella battaglia d’Istrana nel 1917. Oggi è  un Reparto operativo del Comando della Squadra Aerea, alle dipendenze del Comando Forze di Supporto e Speciali, con compiti di protezione delle forze.

Dal 2004  ha operato in 36 diverse missioni internazionali, in ben 16 diversi teatri operativi nel mondo, maturando oltre 33 mila ore di volo, di cui 21 mila per la sicurezza degli aeromobili dell’Aeronautica Militare e di chi si trova a bordo


commenti

E tu cosa ne pensi?