Coronavirus. Arriva lo smart working per i dipendenti comunali

/ Autore:

Società


Il Sindaco Franco Ancona ha disposto, con Decreto del 10 marzo 2020, la possibilità per i dipendenti comunali di prestare il proprio servizio in modalità smart working (lavoro agile).

A seguito di tale disposizione i singoli Dirigenti hanno organizzato il lavoro degli uffici al fine di mantenere inalterata la prestazione dei servizi resi al cittadino, garantendo nel contempo la salute dei dipendenti comunali. Nella sezione Modulistica, contatti e numeri utili – Personale in Smart Working del Sito Istituzionale tutte le info in aggiornamento.

Servizi telematici anche per i cittadini che possono ottenere direttamente sul proprio smartphone o computer, senza doversi più recare fisicamente agli sportelli comunali, le autocertificazioni, i certificati Anagrafici e di Stato Civile.

Nella sezione Servizi Demografici Online del Sito Istituzionale tutte le informazioni utili per usufruire del servizio e una breve guida all’utilizzo.

“I cittadini possono ottenere i loro certificati per via telematica. Il primo passo è quello di registrarsi e ricevere Login e password per accedere al servizio. In questi giorni, per evitare l’afflusso di persone a Palazzo Ducale, è possibile registrarsi solo online. Nella prima settimana dall’attivazione del servizio abbiamo ricevuto circa 60 richieste di registrazione. Per andare incontro alle esigenze dei numerosi richiedenti abbiamo raddoppiato il servizio di identificazione che sarà attivo il martedì e il giovedì dalle 15.00 alle 17.00. Grazie ai cittadini che si stanno mettendo alla prova sperimentando questo nuovo modo di rapportarsi con la Pubblica Amministrazione. Grazie ai dipendenti dei Servizi Demografici e dell’Ufficio per la Transizione al Digitale per la dedizione che stanno mettendo nella riuscita di questo servizio più semplice, più comodo, più veloce per i cittadini”, ha dichiarato l’assessore alla Innovazione, Valentina Lenoci

Il rapido susseguirsi degli eventi di questi giorni, ci pongono nella condizione di agire in fretta cambiando repentinamente i nostri assetti quotidiani. A seguito delle indicazioni rivenienti dal DPCM del 9 marzo che, nella logica di contenere la diffusione del Covid-19, privilegia, anche per i dipendenti pubblici, il lavoro da casa, il Comune di Martina Franca non si è fatto trovare impreparato. Attraverso un sistema di connessione centralizzato predisposto dal team informatico sotto costante impulso dell’assessorato all’innovazione sono state fornite tempestivamente a molti dipendenti comunali le abilitazioni per lavorare da casa. Ci sono servizi per cui questo non è possibile, penso ad esempio alla Polizia Locale, ad alcune attività dei Servizi Sociali, all’Anagrafe e al Protocollo. Tuttavia per tanti dei nostri servizi i cittadini potranno utilizzare tutti gli strumenti telematici che l’Ente ha messo a disposizione oltre che le normali linee telefoniche, mail e pec.

L’invito che rivolgo a tutti i cittadini è, ancora una volta, quello di recarsi agli sportelli comunali solo in caso di necessità urgenti ed improrogabili.”, ha dichiarato il Sindaco, Franco Ancona

Ricordiamo, infine, ai cittadini che possono trasmettere tutte le comunicazioni rivolte al Comune di Martina Franca anche inviando da casa una SEMPLICE E-MAIL (oltre che la PEC per chi ne dispone) all’indirizzo: protocollo.comunemartinafranca@pec.rupar.puglia.it

Un’ulteriore occasione per non recarsi a Palazzo Ducale in questi giorni di emergenza.

#iorestoacasa


commenti

E tu cosa ne pensi?