Coronavirus. Mascherine introvabili e prezzi alle stelle: la Procura di Bari avvia un’indagine conoscitiva

/ Autore:

Società


Mentre l’Amministrazione comunale di Martina Franca procede alla distribuzione delle mascherine in cotone realizzate da alcune aziende tessili della città, la Procura di Bari si concentra sulla sanità e sulle difficoltà legate al reperimento dei DPI (dispositivi di protezione individuale, come mascherine, tute e guanti) e sul relativo aumento di prezzo operato da alcuni intermediari in queste settimane.

Al momento non ci sono né reati né indagati ma gli inquirenti stanno cercando di capirne di più, tentando di ricostruire l’intera filiera e i motivi che hanno portato allo spaventoso aumento di prezzo e alle difficoltà di reperimento.

Lampante è ad esempio il caso di Asl Bari che, poco prima dello scoppio dell’epidemia aveva fatto un importante ordine di DPI, salvo riceverne praticamente una minima parte. Parlando invece di prezzi è sotto l’occhio di tutti l’ingiustificato aumento subito da tutti i tipi di mascherine, dalle monouso ad impiego chirurgico (che da poche decine di centesimi hanno visto il loro prezzo anche decuplicato) fino alle più costose FFP2 e FFP3.

Nelle prossime ore il procuratore aggiunto Rossi deciderà se far confluire il fascicolo nell’indagine già avviata alcune settimane fa, dove si ipotizzano diversi reati tra i quali frode in commercio e truffa aggravata.

E mentre gli inquirenti cercano di capirne di più medici e operatori sanitari pugliesi continuano a fare i conti con la penuria di materiali: sabato era atteso un ordine di oltre 300.000 dispositivi di varia natura ma con somma sorpresa dei medici negli scatoloni erano presenti solo 18 mila pezzi, coi dirigenti Asl che si stanno raccomandando per utilizzare al meglio i pochi DPI presenti, mascherine in primis. Mascherine ormai divenute talmente preziose da costringere tutti i medici non impegnati nell’emergenza Covid-19 a compilare un’autocertificazione ogni volta che ne usano una, inserendo i dati del paziente curato e il motivo dell’utilizzo.


commenti

E tu cosa ne pensi?