Polizia, i primi dati 2020 della Questura di Taranto: meno reati rispetto al 2019

Nonostante l’emergenza coronavirus, l’attività ordinaria della Polizia di Stato non si ferma. Sono stati infatti diramati dalla Questura di Taranto i primi dati operativi del 2020.

Nel primo trimestre sono state denunciate 1.605 persone, con 466 arresti. Per quanto riguarda la quotidiana attività sul territorio quasi 69mila controlli hanno dato luogo a circa 113mila persone identificate, 52.346 veicoli controllati e 7.518 contravvenzioni al codice della strada.

Ingente anche l’attività antidroga, con diverse tonnellate di sostanze sequestrate: 9.957 kg di cocaina, 12.417 kg di hashish, 5.542 kg di eroina e 4.676 kg di marijuana.

L’attività di Polizia ha anche riguardato le armi, col sequestro di 94 armi da taglio, 48 pistole e 28 fucili.

Notevole anche l’attività della Polizia anticrimine con 72 avvisi orali, 53 fogli di via obbligatori e 29 Daspo.

Tornando a parlare di Covid-19 si registrano 10.809 persone fermate e identificate con 481 sanzioni e oltre 1.100 esercizi controllati.

La Questura ha poi fatto un rapido raffronto fra il periodo appena trascorso e il medesimo del 2019. Da una rapida analisi si scorge una diminuzione generale dei reati, probabilmente imputabile al periodo di quarantena al quale la popolazione è sottoposta da più di un mese. I reati totali sono infatti passati da 16.291 a 14.279 e i furti da 7.597 a 6.179. Restano invece stabili truffe (da 1140 a 1176) e rapine (da 99 a 88).

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.