Cosa è successo alla bambina aggredita dal cane

/ Autore:

Cronaca


Alle 17.30 circa di lunedì 1 giugno un gruppo di bambini giocava con le bici in una zona residenziale di Martina Franca. Uno dei cancelli delle villette della zona si apre per far entrare un’auto (o uscire, come riportato in un articolo), e allora schizza fuori un cane, un american bulldog di otto mesi circa, che si ferma nei pressi di una dei bimbi che giocavano e improvvisamente la trascina col braccio per terra e le morde all’altezza della testa.

L’aggressione dura pochissimo: un vicino di casa interviene prontamente e evita il peggio. La bimba, di otto anni, è trasportata in ospedale a Martina Franca, in codice rosso, dove il medico di turno del pronto soccorso la medica praticando centotrenta punti di sutura, per la maggior parte in testa. Sul posto intervengono sia gli uomini della Polizia Locale che i carabinieri. La famiglia della vittima, assistita dall’avvocato Pasquale Lasorsa, fa denuncia nei confronti dei proprietari del cane. Interviene anche l’Asl: il veterinario di turno mette sotto osservazione l’animale. 

Per la bimba e la sua famiglia i guai non finiscono. Nonostante non sia stata in pericolo di vita si è reso necessario agire con urgenza per evitare problemi peggiori, anche dal punto di vista estetico. Da Martina, lunedì stesso, viene trasportata con urgenza al Perrino di Brindisi dove c’è il reparto Grandi Ustionati, uno dei migliori del sud, dove lavorano i chirurghi estetici. Arrivati lì, però, i medici non trovano il referto sul tampone covid, e decidono di rimandare la piccola a Martina Franca. La bimba, dopo un ulteriore passaggio dall’ospedale martinese, passa la notte a casa sua.  Il giorno dopo viene trasportata nuovamente a Brindisi su insistenza dell’ospedale di Martina Franca. Ora la piccola sembra stare meglio, è tornata a giocare col cane di famiglia e anche i segni lasciati dal morso del cane del vicino sembrano migliorare. Rimangono alcuni interrogativi aperti.


commenti

E tu cosa ne pensi?