I farmer’s market. Una soluzione sostenibile e contro lo spreco alimentare

/ Autore:

Ambiente, Economia


La frutta che acquistiamo sia al mercato che dai fruttivendoli spesso è prodotta localmente, ma arriva sui banchi dopo diversi passaggi. Se si realizzasse un mercatino dei produttori, si potrebbero avere prodotti freschi e senza sprechi, tutti a km0, ma soprattutto a prezzi contenuti. È la proposta del blog Phyuture.

Con la diffusione della filiera corta si può essere in grado di creare una relazione diretta tra il produttore ed il consumatore, evitando passaggi inutili e minimizzando il numero degli intermediari, riducendo, in questo modo, gli sprechi lungo la catena agroalimentare.

Ciò consente di ridurre i lunghi spostamenti che la merce deve affrontare per arrivare al consumatore, con conseguente abbattimento delle emissioni inquinanti.

La riduzione dei trasporti comporta un conseguente calo dei consumi energetici e degli imballaggi per conservare la merce. Il prodotto, infatti, sarà venduto fresco e direttamente al consumatore.

Per rendere possibile questo rapporto diretto, i produttori stessi possono creare dei mercati locali chiamati farmer’s market, in cui i consumatori possono trovare prodotti freschi, con migliori caratteristiche organolettiche, il cui prezzo è contenuto. (continua a leggere il post)


commenti

E tu cosa ne pensi?