Bar e ristoranti. Ok ai moralizzatori. Chiusura alle 3.00 e apertura bagni pubblici di notte

/ Autore:

Economia, Società


I ristoratori e i bar di Martina Franca hanno dato il loro benestare alla scelta di Palazzo Ducale di assumere per luglio e agosto tre moralizzatori che dovranno “vegliare” sulla movida nel centro storico. “Abbiamo accolto con piacere la notizia dell’accordo fatto con una agenzia per degli steward che opereranno nel centro storico, con lo scopo di sensibilizzazione per una civile convivenza fra cittadini del centro storico e visitatori. A tale scopo l’associazione si adopererà, con i propri associati,  verso i propri clienti e con proprio personale per affiancare l’operato degli steward”, si legge in una nota inviata dall’associazione che ne raggruppa 110.

L’associazione Horeca Martina Franca ha inoltre fatto undici proposte per una miglior gestione delle serate, durante un incontro che si è tenuto ieri pomeriggio a Palazzo Ducale. Eccole:

  1. Si chiede di emanare una ordinanza  in cui viene obbligatoriamente inibita  la vendita e la mescita di bevande in bottiglie di vetro in tutti i locali del centro storico dalle ore 19,00 e fino alla chiusura. Come è stato fatto in occasione di altri eventi, leggi concerto di fine anno.
  2. Collaborare ad una campagna di sensibilizzazione indirizzata agli avventori dei locali del centro storico in particolare e di tutto il territorio comunale in generale. In tutti i locali aderenti alla associazione potranno essere collocati qualsiasi materiale pubblicitario per questo scopo.
  3. L’amministrazione deve concordare con la Monteco un servizio suppletivo di raccolta nelle ore notturne dalle ore 22,00 alle ore 03,00 per tutto il periodo estivo, luglio e agosto in particolare. Iniziare il servizio di raccolta dei rifiuti dal centro storico e senz’altro prima delle 07,00. Maggiore pulizia stradale nello stesso periodo.
  4. Organizzare dei maggiori punti di raccolta rifiuti lungo le strade principali del centro storico con più ampia  capienza rispetto a quelli esistenti. Esteticamente devono rispettare il luogo ove devono essere collocati. Quelli installati risultano di limitate dimensioni, considerato il traffico degli avventori dei vari locali ed in particolare nel fine settimana.
  5. Chiediamo di ripristinare il bando “Plastic Free” o altra attività simile. Nel breve e lungo   termine  collaboreremo per l’eliminazione della plastica dai nostri esercizi commerciali, sostituendola con altri prodotti green. Prodotti già nei magazzini dei nostri fornitori e disponibili. Più costosi degli attuali contenitori in plastica e come padget non affrontabile in questo periodo. Proponiamo l’acquisto di un lotto da parte del comune con stampa del logo comunale  e   distribuzione   ai locali che aderiranno all’iniziativa. Agganciare   campagna di comunicazione magari collegata al punto 2.
  6. Obbligo chiusura dei locali centro storico entro le ore 03,00. Oltre tale data chi continua la mescita deve essere sanzionato dalle autorità preposte alla sorveglianza.
  7. Apertura dei bagni pubblici in ore notturne.
  8. Restrizione orario dei distributori H24 e controllo dell’accesso ai minorenni per le bevande oltre un dato tasso alcolico, come prevede la legge. Risulta concorrenza sleale nell’applicazione delle norme. Nei locali aderenti all’associazione non viene fornito alcolici ai minorenni e non viene venduta alcuna bevanda in vetro.
  9. Fornitura di bidoni agli esercenti attività esteticamente consoni al luogo che saranno utilizzati dagli stessi come supporto al lavoro degli operatori della Monteco.
  10. Incontro monotematico per il 1° Meeting Gruppo Ho.Re.Ca. aps con linee guide ed eventuale delibera per la realizzazione in tempi. Questo evento ha necessità di molto tempo per la realizzazione, avendo intenzione di invitare personaggi di rilevanza nazionale alla manifestazione. Abbiamo riscontrato delle differenze fra bando di interesse a realizzare eventi nel periodo luglio/agosto e quanto circola dai comunicati emananti dal comune.
  11. Nuovo regolamento per i dehors, con meno burocrazia. Nei precedenti incontri era stato promesso una sburocratizzazione in questo ambito. Mantenere i dehors anche oltre la stagione estiva ove ciò è possibile.

commenti

E tu cosa ne pensi?


Commenti