Un osservatorio su movida e centro storico. La proposta di Visione Comune.

/ Autore:

Politica, Società


I consiglieri di Visione Comune, Anna Lasorte, Maria Marangi e Paolo Vinci, propongono l’istituzione di un osservatorio permanente che coinvolga la città per tenere sotto controllo i fenomeni legati alla movida. Questa è la proposta del gruppo consiliare:

Il tuffarsi massiccio nella piazza principale del Centro Storico e nelle strade laterali sta comportando seri problemi sulla qualità della vita dei residenti in questa parte della città compressa da fenomeni che vanno capiti in tempo per prevenire degenerazioni. È una tendenza nazionale in vita da più tempo e che nella nostra città sta assumendo contorni per tanti versi inediti. I giovani hanno diritto a vivere spazi in libertà. Questo bisogno deve però armonizzarsi con tanti altri diritti.

La questione non può essere affrontata dall’alto né scaricata su una sola componente della Comunità.  Si ravvede pertanto la necessità di un dialogo permanente tra le diverse parti: Amministrazione comunale, giovani, famiglia, rete commerciale ed agenzie educative, quali la scuola e l’associazionismo in tutte le sue forme, che, per fortuna, è ampiamente diffuso nella nostra Comunità.

Più spazi ma anche più interazione per alleviare i disagi delle nuove generazioni, per metterli in guardia dal pericolo alcool e stupefacenti.

Un lavoro strategico ed un vero proprio patto educativo che richiede una comune visione sugli obiettivi da raggiungere per eliminare solitudini e disorientamento. L’Amministrazione comunale deve munirsi di un osservatorio permanente su questi problemi coinvolgendo dal basso gli strati sociali.


commenti

E tu cosa ne pensi?