Il Gruppo Umanesimo della Pietra ricorda il 220°anniversario della Repubblica Napoletana

/ Autore:

Cultura


Il Gruppo Umanesimo della Pietra con la preziosa collaborazione dell’Associazione Artigiana di Mutuo Soccorso di Martina Franca il 17 marzo 2019 organizzò nel salone di rappresentanza del sodalizio una manifestazione per ricordare il 220° anniversario del Sacco di Martina, città fedele agli ideali dell’effimera Repubblica Napoletana, devastata e ricondotta all’obbedienza regia dalle formazioni legittimiste borboniche.

La manifestazione era inserita in più vasto contesto commemorativo della Repubblica Napoletana da parte di numerose città martiri meridionali, fra le quali Altamura, Acquaviva delle Fonti e Crotone; a Noci un’analoga commemorazione ha riguardato la figura di Leonardo Antonio Albanese (1759-1799), componente del governo provvisorio della Repubblica Napoletana giustiziato nel corso dalla cruenta restaurazione borbonica.

Il 17 marzo 2019 parlò l’ingegnere Giovanni Semeraro sui 153 rei di stato martinesi, catturati, imprigionati e condannati per reati contro la corona; il relatore illustrò gli esiti di una sua ricerca sui detti rei di stato, recentemente data alle stampe.

A conclusione delle attività programmate per il 220° anniversario della Repubblica Napoletana si sarebbe dovuto organizzare un evento per il 17 marzo 2020, rimandato sine die a causa dell’emergenza sanitaria nazionale.

Domenica 26 luglio 2020 alle ore 19.00, pertanto, presso il Salone delle Adunanze del Palazzo dell’Università, sede dell’Associazione Artigiana, si terrà la rimandata manifestazione conclusiva dell’evento.

Si è scelta la data del 26 luglio, perché è quella dell’impiccagione del poeta Ignazio Ciaia (1766-1799), presidente del governo provvisorio della Repubblica Napoletana, legato a Martina da antichi e profondi vincoli di famiglia con i Fanelli.

Nella sala conferenze dell’Associazione Artigiana sarà presentato il dipinto su muro raffigurante l’Emblema della Repubblica Napoletana, riprodotto dall’artista Francesco Laddomada; interverranno l’avvocato Luca Conserva, presidente del sodalizio mutualistico, e gli operatori culturali Cristina Comasia Ancona e Giovanni Semeraro del Gruppo Umanesimo della Pietra.

Subito dopo nel Salone delle Adunanze dell’Associazione Artigiana Domenico Blasi, direttore del Gruppo Umanesimo della Pietra, parlerà dell’esperienza rivoluzionaria della Repubblica Napoletana e degli effetti scaturiti a Martina dall’adesione a quest’esperienza.


commenti

E tu cosa ne pensi?