Corso Messapia. A primavera il cantiere della pedonalizzazione?

/ Autore:

Politica, Società


Potrebbero essere cantierizzati a primavera i lavori di pedonalizzazione di Corso Messapia e di via Sant’Eligio, grazie al progetto da un milione di euro finanziato dalla Regione Puglia e approvato nella sua versione definitiva con una delibera di giunta del 5 ottobre scorso.

Si attende ora il progetto esecutivo e la gara per l’assegnazione dei lavori. Lo shopping district di Martina Franca sarà interamente pedonale, quindi, e si potrà andare a piedi attraverso i negozi dal parcheggio di Piazza d’Angiò fino al centro storico, questo invece non pedonale. Questo l’obiettivo scelto già dalla giunta a luglio del 2017, e poi attraverso un progetto candidato ad un bando regionale. Il risultato a giugno 2018, dove Martina Franca aveva presentato altre tre proposte: l’efficientamento energetico dell’ex Onmi, il convento del Carmine per un milione di euro; il recupero degli immobili comunali nel centro storico da destinare a utenti deboli, anziani e giovani coppie, per quasi trecentomila euro e il recupero dell’ex Macello comunale, in via Locorotondo, per un milione e seicentomila euro.

A gennaio 2019, quasi due anni fa, la Regione delibera positivamente per le proposte, quindi viene affidato direttamente il progetto all’architetta Immacolata Resta, un incarico da quasi venticinquemila euro, ma solo a maggio 2020, il consiglio comunale vota questi progetti perché rientrano nel piano triennale delle opere pubbliche. Il progetto della Resta viene depositato a febbraio 2020. Tra le voci di spesa redatte dall’architetta, ci sono diciassettemila euro di consulenze varie, non specificate in delibera.

Il primo ottobre vengono convocati per le vie brevi i commercianti di Corso Messapia, e Confcommercio.


commenti

E tu cosa ne pensi?