Nuovo DPCM: Chiusura bar e ristoranti alle 18. Stop a teatro, cinema, palestre e piscine

/ Autore:

Società


Il tanto temuto nuovo DPCM è stato firmato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo una lunga trattativa con le regioni. Entrerà in vigore da domani lunedì 26 ottobre, fino al 24 novembre.

Le nuove limitazioni, che ricordiamo hanno l’obiettivo di provare a contenere la diffusione del contagio da Covid-19 e cercare così di evitare il collasso delle strutture sanitarie, già al limite, prevedono diversi stop e restrizioni di orari di apertura.

Per quanto riguarda la ristorazione l’attività sarà consentita dalle ore 5 e fino alle 18, consentita l’apertura domenicale e nei giorni festivi. In ogni caso al tavolo ci si potrà sedere al massimo in 4 persone, “salvo per i conviventi”. Resta la possibilità di consegna a domicilio e di servizio da asporto fino alle 24.

Stop a teatri, cinema, sale scommesse, sale bingo, sale giochi e casinò. Ferme anche palestre, piscine, centri ricreativi, comprensori sciistici e centri benessere.

Resta l’obbligo di utilizzare le mascherine anche all’aperto, con la raccomandazione di indossarle anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi. Si raccomanda di non ospitare nelle abitazioni private persone non conviventi, se non per necessità.

Forte raccomandazione anche per evitare gli spostamenti al di fuori del proprio Comune, se non per motivi di lavoro, studio e salute.

La scuola non si ferma, viene confermata la didattica in presenza per elementari e medie, mentre si incrementa la didattica a distanza “almeno” al 75% per gli istituti superiori. Resta lo stop a gite e viaggi d’istruzione. Arriva, poi, lo stop ai concorsi, sia pubblici che privati, tranne nei casi in cui la valutazione dei candidati avvenga su basi curriculari o in maniera telematica.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?