Una ragione per vincere. Intervista a Giovanni Capozio

/ Autore:

Cultura


di Vincenzo Salamina e Domenico Carriero*

Giovanni Capozio, 29 anni, napoletano di nascita ed emiliano di adozione. Il 15 settembre è uscito il tuo ultimo video, “Una ragione per vincere”:  qual è, Giovanni, la ragione per vincere?

La ragione per vincere ognuno la deve cercare dentro di se; diciamo che questo brano va dedicato a tutte le persone che affrontano la vita a muso duro, che cercano ogni giorno la propria ragione per vincere, per andare avanti, per affrontare le proprie sfide, i propri sogni. L’importante è non fermarsi mai perché la vita è fatta così, bisogna affrontarla sempre.

Il video di “Una ragione per vincere” lancia messaggi molto positivi!

Sì, sì, assolutamente. Poi ce n’era bisogno. Non è stata scritta proprio nel periodo post Covid, era già un anno che l’avevo pronta, però questo era proprio il momento adatto, secondo me, per lanciarla. In un momento di difficoltà come questo, avere la propria ragione per vincere, serve proprio ad andare avanti e ad aiutarci tutti quanti.

A proposito di video, noto che nei tuoi video diventi protagonista, e quindi, sai ballare, sai cantare, sai tenere il palco: hai frequentato delle scuole artistiche per arrivare a questi livelli?

Sono sempre stato affascinato dal mondo del musical, sin da piccolo. Dalle superiori ho sempre fatto spettacoli, musical vari. Ne ho fatti veramente tanti, proprio perché mi piace ballare, cantare, recitare. Poi il canto prevale su tutto. Io ho iniziato a fare live veramente tanti anni fa. Era il 2010 quando ho iniziato a fare dei live! Ho avuto la fortuna di collaborare con varie band che mi hanno portato in giro per l’Italia, quindi sono anche stato molto fortunato a fare come lavoro questo, e mi sono divertito tanto in questi anni.

“Finalmente sognerai” è un’altra canzone che da una carica incredibile! Anche qui a un certo punto diventi protagonista. Che messaggio volevi passare con questa canzone?

Questo è un video importante, nel senso che dimostra quanto si possa voler bene a una persona che può essere un amico, una compagna, un compagno, un figlio e augurargli il meglio per la vita e dire che qualsiasi scelta lui possa fare per la vita, tu ci sarai sempre perché “sei”, ed è parte di te e quindi potrai e potrà sempre contare su di te. E’ questo il messaggio di “finalmente sognerai”.

Hai avuto delle collaborazioni molto importanti nella tua carriera, con Ivan Cattaneo, Viola Valentino e anche Alberto Camerini. Parlaci di queste collaborazioni e se hai qualche aneddoto da poterci raccontare.

Diciamo che ho avuto la fortuna in questi anni di collaborare con delle cover band, e una di queste mi ha portato sul palco insieme a questi artisti degli anni 80, dove si ricordava la loro carriera, e quindi abbiamo avuto la possibilità di conoscerli e di suonare sullo stesso palco. Qualche aneddoto? Mah, diciamo che uno dei più simpatici rimane con Platinette: ricordo che ci dovevamo cambiare nei camerini e si divertiva a fare commenti, ma ovviamente scherzando. Un personaggio sempre molto divertente e intelligente. Ci siamo divertiti molto in quegli anni, anche con Cristina D’Avena è stato molto molto divertente cantare. E’ stato un percorso che mi ha portato a fare tante cose, a crescere e a capire che cos’è la musica.  

Hai partecipato al Premio Martini nel 2018 e ad area Sanremo nel 2019: raccontaci queste esperienze.

Sono state due esperienze importantissime e belle. Il premio Mia Martini è durato veramente tanto, è durato quasi un anno tra le varie fasi. Arrivare in finale è stata dura! C’è stato un televoto da parte del pubblico da casa, fino a scegliere i 24 finalisti. E’ stata una bellissima esperienza che mi ha fatto conoscere un sacco di gente che fa della musica la propria passione e, come me, cerca di vivere il proprio sogno, indipendentemente poi dal risultato. Stessa cosa è avvenuta per Area Sanremo.

Questa intervista la stanno leggendo i lettori di Valle d’Itria news: la Puglia quali emozioni o quali esperienza ti evoca?

La Puglia per me rievoca tranquillità, serenità e spensieratezza in quanto ho trascorso li molte delle mie vacanze e uno dei miei più cari amici è pugliese. Ho visitato vari posti tra cui Taranto, Alberobello, Porto Cesareo e devo dire che è come sentirsi a casa ogni volta essendo anche io del Sud.

Come sempre tanto calore e tanto colore per una regione che riempie le vite di tutti!

A presto Giovanni e siamo sicuri che tu riuscirai a trovare la ragione per vincere e realizzare il tuo sogno musicale.

Grazie!

*Vincenzo Salamina e Domenico Carriero sono appassionati di musica e conducono un programma su Youtube chiamato Music Challenge (che potete seguire qui). Con ValleditriaNews condividono amichevolmente le interviste a musicisti e artisti noti o meno della scena musicale italiana.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?