Pratiche edilizie. I professionisti chiedono al Comune più velocità e semplificazione

Tempi biblici per le pratiche edilizie inoltrate presso il Comune di Martina Franca. E’ quanto scrive l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Taranto, il collegio provinciale dei geometri e l’ordine degli ingegneri, in una lettera inviata al sindaco Franco Ancona e all’assessore Nunzia Convertini:

Carissimi Sindaco e Assessore,

con la presente si sottopone alla vostra cortese attenzione una situazione preoccupante sia per i tecnici professionisti sia per i cittadini di Martina Franca, destinata ad aggravarsi qualora non si adottino tempestivamente gli opportuni provvedimenti.

In queste ultime settimane abbiamo, infatti, ricevuto diverse segnalazioni da parte dei nostri iscritti relative ai tempi di evasione delle pratiche edilizie che sono oggettivamente troppo lunghi; in particolare:

  • per le richieste di accesso atti presso lo sportello S.U.E. l’attesa per la prima data utile è di circa 40-50 giorni;
  • per le pratiche paesaggistiche il primo passaggio in commissione richiede circa 6 mesi, probabilmente perché le autorizzazioni paesaggistiche semplificate seguono lo stesso iter di quelle ordinarie.

Se quanto sopra riportato ha fino a poco fa creato sia ai nostri iscritti sia ai nostri Clienti disagi più o meno gravi, calmierati anche dal nostro impegno a farli “digerire”, a partire dalle prossime settimane la situazione precipiterà molto rapidamente, in quanto tantissimi cittadini, alla luce del cosiddetto Super Ecobonus 110% previsto dal Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), dalla sua conversione in Legge n.77 del 17/0/2020 e dai relativi Decreti attuativi, hanno intelligentemente deciso di procedere a ristrutturare i propri immobili. Considerato che tale agevolazione fiscale è riconosciuta per i lavori che termineranno entro il 31/12/2021, l’impossibilità di accedervi a causa delle lungaggini burocratiche, causerà ai cittadini interessati non più disagi, ma danni economici di decine di migliaia di euro.

Premesso quanto sopra, le categorie qui rappresentate, che vi invitiamo a considerare come sempre a vostra disposizione nell’ottica di una collaborazione attiva, anche con la possibilità di stipulare protocolli e/o convenzioni, chiedono di potenziare adeguatamente l’organico degli uffici, semplificare le istruttorie e applicare l’iter previsto per le autorizzazioni paesaggistiche semplificate (D.P.R. 31/2017).

Ci piace concludere la nostra nota sottolineando, soprattutto per la celerità di evasione delle pratiche VINCA, l’ottimo lavoro svolto in questi mesi dal tecnico istruttore preposto grazie alla convenzione stipulata con la Provincia di Taranto.

Si segnala, tuttavia, la nostra preoccupazione che, a seguito dell’imminente scadenza di tale convenzione, non si proceda in tempi brevi a mantenere l’efficienza finora profusa dall’ufficio al quale ci auspichiamo sia definitivamente garantita stabilità.

Ringraziandovi per l’attenzione prestata e fiduciosi in un accoglimento positivo delle nostre richieste, si porgono cordiali saluti.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.