Piazza Umberto addobbata da ristoratori e bar. “Rispettiamo le ordinanze, ma contagi non nostra responsabilità”

/ Autore:

Economia, Società


È stato completato l’allestimento natalizio di Piazza Umberto, ad opera del gruppo Horeca Martina Franca, che ha affidato a Michele Zaurino di Olmo Colmo la progettazione, utilizzando i materiali scelti dall’ufficio tecnico della Due Esse Christmas srl di Stefano Scatigna. Si completa così l’addobbo natalizio di Martina Franca, anche questo, in parte, sostenuto da Palazzo Ducale con 5mila euro.

Il progetto ha previsto la realizzazione di collane realizzate utilizzando un tubo tipo neon a led ed un “uovo” con nucleo centrale che nell’ottica dell’artista identifica la nascita di una nuova vita, nel nostro caso della rinascita delle nostre attività commerciali. In collaborazione con l’Assessorato Attività Produttive ed in sinergia con l’Amministrazione Comunale” scrive l’associazione che raggruppa ristoratori e bar.

Un accordo con Palazzo Ducale che però non significa che si accettano supinamente le ordinanze di chiusura: “Questo buon rapporto instaurato con l’Amministrazione di Martina Franca non certifica le ordinanze emesse a scapito della nostra categoria che vengono rispettate ma non accettate supinamente. Abbiamo notato nell’ultimo comunicato del Sindaco una velata intenzione ad intervenire per porre un freno agli assembramenti delle persone nelle piazze della nostra cittadina. Speriamo che non venga ripetuto il solito modus operandi di emanare ordinanze colpevolizzando il settore dell’Ho.Re.Ca. che ha messo in atto tutte le disposizioni emanate a tutela dei nostri clienti, del nostro personale e delle nostre famiglie.

Le nostre attività sono state chiuse al pubblico per 35 giorni ed il virus si è moltiplicato in modo esponenziale nella nostra regione ed è stato verificato dalla task force nazionale che solo il 3% dei contagi è stato trasmesso nelle attività di ristorazione. Ci prendiamo carico di responsabilità non nostre e contribuiremo  con dei nostri collaboratori,  che provvederanno a condurranno una campagna di sensibilizzazione direttamente sul territorio,  all’uso della mascherina e ad evitare assembramenti.

Il nostro gruppo ha aderito ad un collettivo di associazioni formalizzato con una conferenza stampa che si è tenuta a Bari alla presenza di giornalisti della carta stampata e Tv dove è stato evidenziato lo stato di disagio della nostra categoria e comunicando uno stato di agitazione di tutto il comparto. Alcuni esponenti hanno già incontrato Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a cui è stato consegnato un documento con le nostre richieste”.


commenti

E tu cosa ne pensi?