Scuola, la mensa riparte il 1° febbraio. Per la didattica tavolo riaggiornato al 25 gennaio

/ Autore:

Società


Si è svolto questa mattina, nella Sala del Consiglio comunale di Palazzo Ducale, il tavolo tecnico della scuola convocato dall’ Assessore al diritto allo studio Antonio Scialpi. Di seguito nota della segreteria del sindaco di Martina Franca:

All’incontro hanno partecipato i dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi Giovanni XXIII, Grassi, Marconi, i delegati e collaboratori delle scuole Chiarelli ed Aosta.

Hanno preso parte anche i consiglieri comunali Elena Convertini, Anna Lasorte e Paolo Vinci e gli Assessori Tiziana Schiavone e Pasquale Lasorsa, il dott. Nuzzi e al suo staff, rappresentanti della ditta Siarc, aggiudicataria del servizio mensa per il tempo pieno nelle scuole, i Presidenti dei Consigli d’Istituto del Marconi e della Grassi, i rappresentanti delle commissioni mensa e i funzionari dell’Ufficio istruzione e trasporto scolastico del Comune.

Sono stati affrontati i temi relativi al riavvio dell’anno scolastico dopo la pausa natalizia. Dopo una discussione e un confronto approfondito con tutte le componenti scolastiche, si è deciso di dare avvio al tempo pieno da lunedì 1° febbraio, in coincidenza con l’inizio del secondo quadrimestre.

L’azienda Siarc ha espresso la massima collaborazione, così come le varie componenti delle famiglie dei dirigenti scolastici e dei docenti presenti, in sintonia con le rappresentanze dell’Amministrazione Comunale e del Consiglio Comunale.

Nel corso dell’incontro si è fatto riferimento anche all’andamento epidemiologico del contagio Covid, ben tenuto presente nelle scelte.

Tre sono i casi Covid registrati dalla ripresa delle lezioni in presenza, che arriva anche a punte del 90% in alcuni Istituti comprensivi e, comunque, ben oltre le aspettative su una popolazione studentesca delle scuole del diritto allo studio di circa 4000 bambini e ragazzi.

Ovviamente ci sono le famiglie che si sono avvalse della facoltà della Didattica a distanza e della Didattica integrata, prevista dall’ordinanza regionale vigente al 15 gennaio.

Per quanto concerne la sicurezza e della tutela della salute per chi ha scelto la didattica in presenza l’Assessore Antonio Scialpi, coadiuvato dal dirigente della Protezione civile Giuseppe Mandina e dagli Assessori Tiziana Schiavone e Pasquale Lasorsa, ha illustrato il contenuto della delibera di indirizzo dell’Amministrazione Comunale che prevede la somministrazione gratuita su base volontaria di tamponi antigeni/molecolari e test sierologici per personale della scuola, studenti e famiglie del Comune di Martina Franca.

Tale provvedimento affidato all’Ufficio comunale di Protezione civile ha previsto una convenzione con i tre laboratori privati presenti sul territorio urbano per effettuare test sierologici gratuiti per il mondo della scuola in presenza di casi Covid.

Questo per agevolare il disagio connesso ai vari casi e garantire un tracciamento, nel massimo rispetto delle competenze e procedure ASL, opportunità già utilizzata dagli istituti comprensivi Chiarelli e Giovanni XXIII.

In merito, infine, all’avvio del tempo pieno che sarà effettuato in aula, tutti hanno convenuto di attenersi alle decisioni che saranno adottate dal Governo e dalla Regione dopo il 15 gennaio.

A tal proposito si è deciso di aggiornare il tavolo tecnico al 25 gennaio per la verifica della situazione e delle nuove disposizioni in materia di emergenza sanitaria.

Da tutte le componenti della scuola e dell’Amministrazione Comunale parte un ulteriore appello ai cittadini per il rispetto rigoroso delle regole anti-Covid, per non compromettere il diritto allo studio dei nostri ragazzi e per sollevare le famiglie da tutto il disagio connesso alla sospensione delle attività didattica in presenza. Continuiamo a lavorare uniti e coesi per fronteggiare il contagio e per assicurare ai ragazzi il diritto allo studio in sicurezza come le nostre scuole stanno facendo e come la città merita. Occorre collaborazione convinta e costante per eliminare i rischi e le preoccupazioni diffuse” – ha dichiarato a conclusione l’Assessore al diritto allo studio Antonio Scialpi che ha ringraziato tutti gli intervenuti.


commenti

E tu cosa ne pensi?