Vaccino anti Covid, da oggi prenotazione per gli over 80: tutte le info

/ Autore:

Società


Di seguito pubblichiamo i passi più importanti del Piano Straordinario di Vaccinazione anti Covid-19 – Vaccinazione popolazione di età superiore agli 80 anni (over 80):

Al fine di garantire uniformità sul territorio regionale alla organizzazione delle attività di somministrazione del vaccino anti Covid-19 in favore della popolazione di età superiore agli 80 anni (prima del 31.12.1941) e ai servizi da assicurare per la popolazione assistita ossia tutti gli iscritti al Servizio Sanitario Regionale ivi compresi i temporaneamente assistiti, si comunica che sono stati individuati i codici di prenotazione della vaccinazione anti-COVID-19 attraverso il canale CUP.

Codici per la prenotazione della vaccinazione ambulatoriale

Codice Nomenc. Denominazione Nomenclatore Denominazione Catalogo Codice Regionale Alfanumerico Codice Catalogo Branca specialistica Tariffa Data, inizio validità Prescrivibile SI/NO
994A VACCINAZIONE AMBULATORIALE 1′ DOSE ANTI COVID-19 N.A. N.A. N.A. 62-IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA €0,00 11/02/2021 NO
994B VACCINAZIONE AMBULATORIALE 2* DOSE ANTI COVID-19 N.A. N.A. N.A. 62-IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA €0,00 11/02/2021 NO

Codici per la registrazione delle richieste

Codice Nomend. Denominazione Nomenclatore Denominazione Catalogo Codice Regionale Alfanumerico Codice Catalogo Branca specialistica Tariffa Data, inizio validità Prescrivibile SI/NO
994C VACCINAZIONE DOMICILIARE 1* DOSE ANTI COVID- 19 N.A. N.A. N.A. 62-IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA €0,00 11/02/2021 NO
994D VACCINAZIONE DOMICILIARE 2* DOSE ANTI COVID- 19 N.A. N.A. N.A. 62-IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA €0,00 11/02/2021 NO

Con riferimento alla organizzazione della campagna di vaccinazione, facendo seguito alle precedenti comunicazioni e disposizioni sull’argomento in oggetto, si dispone quanto segue.

  1. Punti vaccinali e organizzazione della somministrazione del vaccino

Le Aziende Sanitarie Locali dovranno garantire che, in aggiunta ai 136 punti vaccinali già attivati sul territorio regionale, l’offerta della somministrazione del vaccino anti Covid-19 in favore della popolazione “over 80” sia progressivamente estesa in tutti gli altri Comuni insistenti nel territorio provinciale di riferimento.

Le attività di vaccinazione dovranno essere garantite – a partire dal 22.02.2021 – in tutti i punti vaccinali assicurando la più ampia fascia oraria possibile in ragione delle risorse umane e delle caratteristiche di ciascuna sede garantendo, in ogni caso, il rispetto delle misure generali di prevenzione e contenimento del contagio previste dalle disposizioni vigenti (accesso, distanziamento, sale attesa, pulizia e sanificazione, etc..).

In caso di coesistenza con altre attività sanitarie, la vaccinazione dovrà essere garantita preferibilmente nelle fasce orarie pomeridiane (ad es. dalle ore 14:00 alle ore 20:00).

Presso i punti di vaccinazione:

  1. devono essere predisposti servizi di presidiamento per disciplinare gli accessi, almeno per i punti di maggior afflusso di assistiti;
  2. deve essere garantita la necessaria dotazione informativa e di connettività prevista per l’utilizzo dei sistemi informativi aziendali e regionali;
  3. devono essere osservate le procedure previste dalla circolare del Ministero della Salute prot. 0042164 del 24.12.2020;
  4. deve essere garantita la raccolta dei consensi informati e la compilazione delle schede anamnestiche secondo i modelli allegati alle circolari del Ministero della Salute.

I Direttori Sanitari ASL devono assumere ogni ulteriore determinazione necessaria a garantire il funzionamento ottimale di tutti i punti vaccinali del territorio di riferimento. L’elenco dei punti vaccinali deve essere pubblicato immediatamente sui siti istituzionali completo di tutte le informazioni necessarie (sede, orari, indicazioni per l’accesso, etc..). Tale elenco sarà aggiornato in ragione dell’ampliamento progressivo di punti di vaccinazione.

Come già disposto, ciascuna Azienda Sanitaria Locale deve assicurare l’accesso alla prenotazione in favore degli assistiti “over 80” a partire dalle ore 14:00 del 11.02.2021, con le seguenti modalità:

  • La rete delle farmacie pubbliche e private di ciascuna provincia garantirà la prenotazione degli appuntamenti utilizzando il sistema CUP (FarmaCup) messo a disposizione da ciascuna ASL territorialmente competente.
  • L’accesso del pubblico per il servizio di informazione circa la vaccinazione anti Covid-19 e di prenotazione dell’appuntamento per la somministrazione del vaccino dovrà essere garantito durante gli orari di apertura al pubblico delle farmacie.

La farmacia garantirà, altresì, in favore degli assistiti la stampa del promemoria della prenotazione dell’appuntamento.

Ciascuna Azienda Sanitaria Locale deve garantire un servizio di prenotazione telefonica presidiato e dedicato alla vaccinazione anti Covid-19 (cali center prenotazione vaccinazione anti Covid-19) secondo l’attuale articolazione oraria. Al fine di uniformare e ampliare gli orari di accesso ai servizi di prenotazione, i Direttori Generali dovranno assicurare l’operatività dei servizi almeno dalle ore 14:00 alle ore 20:00 di tutti i giorni, festivi compresi.

I call center devono garantire anche l’eventuale richiamo dell’assistito per comunicare ogni eventuale modifica connessa alla organizzazione della somministrazione della vaccinazione (aperture nuove sedi, Recali appuntamenti, eleggibilità alla vaccinazione, etc..).

Il servizio di prenotazione “on line” della vaccinazione anti Covid-19 sarà garantito mediante accesso all’apposita area “Servizi On Line” del portale regionale della salute “PugliaSalute” raggiungibile all’indirizzo web https://www.sanita.puglia.it/web/pugliasalute/servizi-online.

Ciascuna ASL deve garantire un servizio di Recali telefonico automatico al fine di ricordare telefonicamente e possibilmente anche a mezzo SMS l’appuntamento (data, ora e sede vaccinale) nonché per altre comunicazioni e servizi connessi alla vaccinazione anti Covid-19.

Per la prenotazione l’assistito o suo delegato dovrà essere munito di tessera sanitaria. L’appuntamento potrà essere assegnato solo previa verifica del requisito anagrafico del soggetto (nati prima del 31.12.1941). All’atto della prenotazione dovrà sempre essere acquisito o aggiornato nel sistema CUP il dato di contatto telefonico (almeno un telefono fisso o mobile).

Con tutte le diverse modalità sopra descritte all’assistito dovrà essere garantita l’assegnazione dell’appuntamento per la somministrazione della prima e, ove previsto, anche della seconda dose del vaccino anti Covid-19.

Nel coupon di prenotazione sarà indicata la sede di somministrazione (punto vaccinale ASL), la data e l’orario fissati. L’informazione relativa all’orario dell’appuntamento potrà anche essere comunicata successivamente all’assistito mediante i servizi di Recali telefonico, a cura dell’ASL.

  • Somministrazione vaccino al domicilio

Le richieste di somministrazione del vaccino anti Covid-19 al domicilio per i soggetti non deambulanti e/o assistiti al domicilio avverrà in questa prima fase mediante i soli canali delle farmacie e dei servizi di prenotazione telefonica delle ASL i quali alimenteranno una lista che sarà presa in carico dai servizi territoriali delle Aziende Sanitarie Locali.

In questo caso, il sistema di prenotazione rilascerà all’interessato un promemoria di avvenuta accettazione della richiesta domiciliare.


commenti

E tu cosa ne pensi?