Scuola, il valzer dell’apri e chiudi. Il TAR sospende l’ordinanza di Emiliano: misura eccessiva

Lezioni in DAD per elementari e medie, anzi no. Nel pomeriggio l’ennesimo clamoroso dietrofront per la scuola pugliese, col TAR di Bari che ha sospeso l’ordinanza di Michele Emiliano con la quale per 2 settimane veniva lasciata libera facoltà agli istituti di organizzare fino al 50% di didattica in aula, nell’attesa che il piano di vaccinazione del personale sanitario venisse completamente realizzato.

Eccessivo il provvedimento secondo il TAR visto che la Puglia si trova in zona gialla, col limite del 50% che in sostanza non garantisce lo standard minimo dei servizi scolastici (così come evidenziato in giornata dal consigliere FdI Renato Perrini), senza contare che non convince la necessità di vaccinare tutti gli operatori scolastici. Al riguardo i giudici hanno anche stabilito che “I tempi prevedibili e previsti di tale attuazione non sono affatto compatibili con la durata di pochi giorni dell’efficacia dell’ordinanza”.

Un provvedimento che in sintesi farebbe acqua da tutte le parti, così come confermato nel seguente passaggio: “Se l’esigenza fondamentale fosse davvero quella dichiarata di consentire la ‘attuazione del piano vaccinale degli operatori scolastici’, il provvedimento regionale impugnato dovrebbe essere prorogato o rinnovato per un periodo più lungo, la qual cosa non potrebbe che vanificare l’apporto didattico e formativo dell’anno scolastico 2020-2021 per alunni e studenti in Puglia, in violazione dei livelli essenziali di prestazione fissati dallo Stato”.

Prossima puntata è per il 17 marzo, data dell’udienza per la sospensiva che comunque ricadrebbe oltre la scadenza originaria dell’ordinanza, che a questo punto potrebbe essere sostituita con un nuovo provvedimento.

Sullo sfondo la battaglia fra i sindacati della scuola e Pierluigi Lopalco: Cgil Scuola, Cisl, Uil, Gilda e Snals si sono dichiarati contrari alla proroga della DAD chiesta dall’assessore regionale, minacciando la proclamazione dello stato di agitazione. Uno stato di agitazione che coinvolge praticamente tutti: dagli studenti ai piani alti della Regione.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Una replica a “Scuola, il valzer dell’apri e chiudi. Il TAR sospende l’ordinanza di Emiliano: misura eccessiva”

  1. […] studenti – in questi giorni di frenetica attività fatta di botta e risposta fra Regione e TAR, con quest’ultimo che ieri ha sospeso l’ordinanza di chiusura voluta da Emiliano, definendola in sostanza “eccessiva” visto lo status di regione gialla della Puglia. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.