Piano del commercio. Horeca soddisfatti del percorso intrapreso.

/ Autore:

Economia, Società


Il lavoro che sta facendo la commissione consiliare per rivedere le regole del commercio in particolare nel centro storico è il risultato di alcune richieste fatte quasi un anno fa proprio dall’associazione dei ristoratori e degli esercenti degli esercizi pubblici.

“Un ringraziamento alla commissione che sta discutendo del documento per un miglioramento del commercio. La nostra associazione, Gruppo Horeca Martina Franca, si ritiene soddisfatta dei risultati finora raggiunti. Ci siamo costituiti ed abbiamo messo insieme le nostre forze e le nostre professionalità ad aprile 2020” scrive Gianfranco Palmisano, ristoratore e presidente dell’associazione Horeca Martina Franca.

“Da subito abbiamo chiesto un confronto con l’Amministrazione a cui presentammo 12 punti che consideravamo essenziali per migliorare il nostro lavoro, la vivibilità della nostra cittadina ed in particolare nel centro storico. Molti punti furono accettati quasi subito, considerato i tempi della politica, sugli altri abbiamo continuato a fare pressione”, scrivono i ristoratori.

Il confronto però arriva dopo diverse richieste fatte a Palazzo Ducale: “Le note  dolenti principali, fra le altre,  sono state  sempre le stesse: dehors, regolamento a punti per apertura attività somministrazione centro storico e vivibilità. Considerato anche il tragico periodo collegato alla pandemia. Finalmente la commissione ha messo all’ordine del giorno alcune delle nostre proposte presentate al primo incontro avuto con il Sindaco di Martina Franca presente l’Assessore Valentina Lenoci, richiesto tramite pec l’8 gennaio 2021,  integrate con un documento condiviso e protocollato in data 8 marzo 2021 nel confronto richiesto dall’Assessore Nunzia Convertini e Bruno Maggi, presenti l’assessore Pasquale Lasorsa ed i dirigenti dei vari settori”.

“Ringraziamo la commissione che ha ascoltato ed ha messo all’ordine del giorno una parte degli argomenti da noi proposti. Lamentiamo non essere presenti poiché avevamo dato incarico a dei nostri esperti per individuare   ed ove fosse possibile migliorare il predetto regolamento a punti in atto. Abbiamo un documento pronto da presentare alla prevista futura convocazione con le nostre osservazioni migliorative. Come anche le delegazioni sindacali Confcommercio  e Confesercenti”. E concludono: “Come è nel nostro stile e nel dna dei professionisti che fanno parte di questa associazione siamo collaborativi con chi amministra la nostra città e con chiunque possa portare proposte concrete che permettano di migliorare le condizioni in cui svolgiamo il nostro lavoro, nella speranza che quel tavolo possa ospitare dei commensali per poter creare reddito per noi, per le nostre famiglie e per i nostri collaboratori. Significherebbe che il covid sta passando”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?