Ambientato in Puglia un video per raccontare il turismo spaziale

Il salto nel vuoto come paradigma della pulsione verso l’incognito, che spinge l’uomo ad andare oltre i presunti limiti della ragionevolezza. Un salto nel vuoto che può rappresentare anche un passo nello spazio, oltre la Terra, per provare l’emozione di avvicinarsi alle stelle. Il salto che solo chi osa può fare.

Sarà questo il soggetto, al momento top secret, di uno dei quattro film in produzione per avvicinare le persone ai possibili voli spaziali civili, alcuni dei quali partiranno dalla Puglia, da quell’aeroporto di Grottaglie che attende di diventare spazioporto.

Uno di questi quattro film è in realizzazione, in questi giorni, in Puglia, tra le coste rocciose di Monopoli e le cave di bauxite di Otranto. La troupe si muoverà da oggi per girare le scene e il film sarà proiettato in occasione del lancio, a fine maggio prossimo, di un volo spaziale su cui volerà Richard Branson, tycoon di Virgin, una delle compagnie che più sta investendo sui voli spaziali a scopo ludico. Come se non bastasse la quantità di Puglia nello spazio, è doveroso aggiungere che il film sarà realizzato dal duo creativo Francesco Bonasia e Fabrizio Narcisi, il terribile duo di registi di Martina Franca che ha all’attivo diverse produzioni internazionali, scelti dall’agenzia Impolite di Berlino per l’occasione.

Il film è uno dei quattro voluti dalla fondazione Karman Project, una organizzazione internazionale che mette insieme scienziati e imprenditori nata per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alle opportunità dei voli spaziali. La fondazione ha scelto l’agenzia berlinese che a sua volta ha affidato il lavoro alla coppia creativa Bonasia e Narcisi. Pare che leggendo il brief del lavoro, il video sarebbe dovuto essere ambientato in Europa dell’est. Qui il lampo di genio: se dalla Puglia partiranno i voli spaziali per i ricchi turisti che vorranno sentirsi astronauti per qualche giorno, perché non ambientarlo in Puglia che di paesaggi extraterrestri riempie cartoline e stories su Instagram?

L’agenzia tedesca ha accettato il cambio di programma e, scritto il soggetto, la troupe si è attrezzata per girare nel tacco d’Italia, tra gli scogli di Monopoli e le cave rosse di Otranto. Luoghi straordinariamente significativi per ambientare storie di salti nel vuoto.

Una curiosità, infine: i primi voli spaziali dall’aeroporto di Grottaglie si attendono fra qualche anno, almeno due. Ci sono un po’ di scartoffie amministrative da gestire, senza contare la realizzazione di una rete di supporto che possa garantire ai turisti l’accoglienza a terra prima e dopo il volo. I veicoli saranno spediti a dieci chilometri di altezza da aerei attrezzati, quindi si sganceranno e partiranno per il volo spaziale, ad altezza di circa cento chilometri dal suolo. La linea di Karman, appunto, da cui prende il nome la fondazione di cui sopra. Questa linea divide l’atmosfera terrestre da quella spaziale, dove l’aria è così rarefatta che i veivoli dovrebbero viaggiare ad una velocità superiore a quella orbitale per non cadere.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.