Locorotondo: ecco come sarà il nuovo Centro Comunale di Raccolta

/ Autore:

Ambiente


Il progetto per la realizzazione di un nuovo Centro Comunale di Raccolta in contrada Cardone, con annesso centro di riuso, presentato dal Comune di Locorotondo è stato ammesso al finanziamento regionale POR Puglia FESR 2014/2020 – Asse VI – Azione 6.1 – sub azione 6.1 b per un importo di euro 450.000,00.

L’attuale Centro Comunale di Raccolta (CCR) rappresenta una ulteriore opportunità rispetto al già collaudato servizio porta a porta, consentendo ai cittadini di liberarsi dei propri rifiuti quotidianamente, specie se si tratta di grosse quantità di differenziata o di frazione organica (servizio attualmente assente nell’agro). Al suo interno saranno distinte due aree: una dedicata alla gestione dei rifiuti da raccolta differenziata e una destinata ad “area di sensibilizzazione” per la riduzione della produzione di rifiuti e per la promozione della cultura del riuso. Il Centro di riusco nasce, dunque, dal cambiamento della nostra cultura e dello stile di vita, il quale porta ad una crescente propensione verso la sostenibilità ambientale dando vita ad un sistema circolare nel quale tutti siamo coinvolti. Gli oggetti in buono stato possono avere una “seconda vita”.

“Ancora una volta l’Amministrazione Comunale – commenta il Vicesindaco e Assessore delegato all’Ambiente Vito Speciale – ha dimostrato particolare attenzione ai temi ambientali, partecipando al bando regionale per migliorare e ampliare l’offerta ai cittadini. Attraverso le campagne di sensibilizzazione ed informazione sull’intero territorio, i progetti di educazione ambientale nelle scuole e le giornate dell’ambiente abbiamo sempre dimostrato qual è il nostro obiettivo: difendere con tutte le nostre forze la nostra più grande risorsa, ossia la bellezza del nostro territorio.Il nuovo Centro Comunale di Raccolta e il Centro di riuso sono il frutto del costante impegno fattivo, di una dedizione sincera e della programmazione atta a consentire un’offerta qualitativa ai cittadini. La novità del Centro di riuso – conclude il Vicesindaco – segue l’obiettivo di una minore produzione di rifiuti generando meno costi a carico dell’intera cittadinanza.Il buon seme dell’interesse pubblico piantato su un terreno fertile, coltivato con attenzione e costanza, porta sempre ad un buon raccolto.”

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?