Innova Locorotondo: convocato un Consiglio Comunale inutile

/ Autore:

Politica


Pubblichiamo un comunicato ricevuto dal gruppo consigliare Innova Locorotondo relativo allo scorso consiglio comunale.

I Consiglieri Comunali del Gruppo “Innova Locorotondo”, Marianna Cardone, Giovanni Oliva, Lucia Calella e Grazia Ruggiero, in seguito alla ignorata richiesta di rinvio del Consiglio Comunale del 30 aprile 2021 da parte dell’Amministrazione Comunale per il mancato rispetto delle tempistiche concesse alle minoranze per presentare le proprie osservazioni previste per legge, dichiarano la totale inutilità dello stesso e il conseguente spreco di denaro pubblico.

Infatti all’ordine del giorno sono stati presentati punti di bassa urgenza o addirittura impossibili da valutare a causa della stretta correlazione con l’approvazione del Bilancio (già rimandato al prossimo consiglio comunale). È quest’ultimo il caso del punto 5 dell’ordine del giorno: l’approvazione del regolamento per l’applicazione del Canone Patrimoniale di occupazione del suolo pubblico, di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale.

Il Regolamento è uno strumento fondamentale per la difesa dell’immagine del paese e la tutela dei cittadini. Per tale ragione, il Gruppo “INNOVA Locorotondo”, ha presentato un’eccezione pregiudiziale, sia per i tempi molto stretti con cui è stato accennato il Regolamento alla Commissione di riferimento, sia per la stretta correlazione del Regolamento al Bilancio stesso.

Preso atto di questo, il Gruppo “INNOVA Locorotondo” sgombrando il campo da ogni dubbio in merito alle accuse di ostruzionismo all’attività amministrativa ricevute recentemente, ribadisce con forza la volontà di seguire un percorso che rispetti le giuste procedure, evitando vuoti normativi o contraddizioni che si trasformerebbero in danni per la collettività. Per questo siamo a disposizione dell’Amministrazione per la redazione del Regolamento, a cui non mancheranno proposte e riflessioni con il fine unico di mettere in primo piano il bene comune, la tutela del territorio e l’equità nell’imposizione dei canoni. Non si tratta di ostruzionismo, ma semplicemente di lungimiranza.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?