Festa dell’Europa. L’IC Grassi presente all’iniziativa nazionale del Ministero dell’Istruzione

/ Autore:

Società


Oggi l’Istituto Comprensivo “Giuseppe Grassi” di Martina Franca prenderà parte alla Festa dell’Europa 2021 organizzata dal Ministero dell’Istruzione Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione generale per i Fondi Strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale.
Tra le molteplici attività previste nel Piano Operativo Nazionale (P.O.N.), intitolato “Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento”, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, l’I.C. G. Grassi ha proposto nel 2019 il progetto “L’Unione europea: la nostra casa, la nostra storia” Codice identificativo 10.2.2A- FSEPON – PU – 2018 – 214 – Modulo: “L’Europa in noi”.

Il Progetto, fortemente sostenuto dal Dirigente Scolastico prof. Vincenzo Greco, ha visto il coinvolgimento di n. 22 alunni della Scuola Secondaria di I grado, guidati dall’esperta prof.ssa Vita Ruggieri e dal Tutor Prof.ssa Vincenza Cupertino. Il Ministero dell’Istruzione ha scelto il Progetto dell’I.C. G. Grassi tra le esperienze significative selezionate a livello nazionale sulla tematica della cittadinanza europea.
L’Istituto prenderà parte all’evento che sarà trasmesso in diretta live sul canale Youtube del Ministero insieme ad altri otto istituti del territorio nazionale:
– IISS Giancardi Galilei Aicardi – Alassio (SV)
– I.C. Marconi – Paternò – Catania
– Liceo Statale Carlo Porta – Erba – Como
– IC Gandhi – Prato
– ITIS C. Zuccante – Venezia
– Istituto Alberghiero Celletti – Formia
– Liceo Galanti – Campobasso
– ITT Malafarina – Soverato – Catanzaro


All’evento, svolto in modalità telematica, saranno presenti oltre all’esperta e al tutor n. 5 studentesse frequentanti la classe terza della Scuola Secondaria di I grado. In particolare le alunne Francesca Gaia Speciale e Rosangela Pastore effettueranno il loro intervento sulle attività svolte durante il progetto.
Il modulo di progetto ha coinvolto gli alunni in un percorso molto significativo in cui ciascun partecipante ha acquisito consapevolezza rispetto al proprio status di cittadino dell’Unione Europea.
Il percorso ha consentito di conoscere e cogliere gli aspetti peculiari dell’UE da un punto di vista storico, geografico, culturale e soprattutto sociale. Punto di forza del progetto è stato lo svolgimento di attività laboratoriali (indagini, interviste, scoperte, ricerche, realizzazione di presentazioni digitali, di calendari dell’UE,…) durante le quali gli studenti sono stati i veri protagonisti.
Scopo delle attività non è stato solo quello di far conoscere l’organizzazione dell’Unione Europea, ma, soprattutto, rendere gli alunni consapevoli dei valori su cui si fonda e delle opportunità che offre ai suoi cittadini: la libertà di circolare, studiare, lavorare, soggiornare in quanto a ciascuno è riconosciuto il diritto di cittadinanza europea come grande valore democratico fondativo dell’Unione.
Lo svolgimento del modulo ha consentito ai partecipanti di raggiungere molteplici competenze disciplinari e trasversali, come previsto dalla Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 22 maggio 2018 relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente.
Una grande opportunità per l’I.C. “G. Grassi” che attraverso questa esperienza ha consentito ai propri alunni vivere un momento formativo di alto valore civico in cui ciascuno è stato guidato ad esprimere e manifestare riflessioni sui valori della convivenza, della democrazia e della cittadinanza; a riconoscersi e agire come persona in grado di intervenire sulla realtà apportando un proprio originale e positivo contributo e soprattutto a sviluppare modalità consapevoli di esercizio della convivenza civile, di consapevolezza di sé, rispetto delle diversità, di confronto responsabile e di dialogo.
Ciascun alunno ha compreso che il sogno di Victor Hugo di veder realizzata l’Europa del futuro oggi è diventato realtà: “Il giorno in cui le pallottole e le bombe sono state sostituite dall’arbitrato di un grande senato sovrano in cui due grandi immensi insiemi, gli Stati Uniti d’America e gli Stati Uniti d’Europa, posti l’uno di fronte all’altro si tendono la mano al di sopra dell’oceano e sono pronti a scambiare tra loro merci, prodotti, artisti e scienziati”. Ogni studente deve essere orgoglioso di far parte di questo mondo e potrà essere uno di quegli artisti, scienziati, politici, amministratori o semplici cittadini pienamente
consapevoli dei propri diritti e dei propri doveri di cui abbiamo tanto bisogno.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?