Festa dell’Europa, i bambini dell’IC Grassi cantano l’Ode alla Gioia nel video del Ministero

/ Autore:

Società


Il Ministero dell’Istruzione, il Servizio Europeo per l’Azione Esterna dell’Unione Europea – SEAE ed Europa InCanto hanno dato vita ad un originale Inno per la Festa dell’Europa che ha visto protagonisti i bambini delle scuole italiane ed europee: tra queste anche l’IC “G. Grassi” di Martina Franca.

35 alunni delle classi quarte della Scuola Primaria dell’Istituto, guidati dalla docente Doriana Nigri, si sono cimentati nella realizzazione dei piccoli interventi inseriti nel video ufficiale con il quale sono stati avviati tutti i collegamenti delle delegazioni europee trasmessi in diretta in tutto il mondo: un inno realizzato per volontà del Ministero dell’Istruzione italiano in collaborazione con il Servizio Europeo per l’Azione Esterna dell’Unione Europea – SEAE, ideato e sviluppato da Europa InCanto per diventare simbolo dell’Europa nel mondo attraverso la voce e l’energia delle nuove generazioni.

Il video, un originale riadattamento dell’Ode alla Gioia, è realizzato da Europa InCanto in occasione della Festa dell’Europa per narrare un ideale percorso di consapevolezza e rinascita dell’Unione ed essere manifesto ed emblema di questo nostro tempo. Ogni lingua e ogni strofa rappresenta uno dei momenti che l’attuale situazione di emergenza sanitaria ci ha fatto e ci sta facendo attraversare.

Le prime strofe vogliono raccontare la cupa situazione appena superata, di strade vuote, di porte chiuse, di affetti lontani. Attraverso le voci dei ragazzi protagonisti emerge pian piano la volontà di costruire un nuovo inizio per un nuovo domani, per giungere infine ad una metaforica rinascita attraverso l’energia e il dinamismo dei giovani. La luce di una candela sarà uno sguardo al passato, che non deve mai essere dimenticato, accompagnato da una linea melodica intima e toccante. Un ricordo per chi purtroppo non c’è più, ma anche una luce di speranza per tutti noi.

Il video è visibile al seguente link: https://www.europaincanto.com/dialoghi-sinfonici-2/

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?