Nessun pericolo di fuga: annullato l’arresto dell’imprenditore albanese risiedente a Martina Franca

/ Autore:

Società


La Cassazione ha annullato l’arresto di un albanese di 47 anni residente a Martina Franca per il quale Tirana aveva chiesto l’estradizione, dopo la cattura dello scorso 10 marzo.

L’imprenditore – difeso dai legali Esposito e Vitale – era stato arrestato a seguito di un mandato di cattura internazionale spiccato dalla giustizia albanese per duplice omicidio: l’uomo è infatti accusato di aver ucciso due fratelli nel 1998. Dopo 23 anni le indagini hanno condotto la giustizia albanese in Italia, con l’uomo che è stato arrestato e condotto in carcere. I legali hanno però contestato la convalida dell’arresto, sostenendo che il rischio di fuga fosse infondato visto che l’uomo ormai risiedeva stabilmente a Martina Franca, città dove aveva acquistato casa e avviato un’attività commerciale.

Gli avvocati hanno inoltre spiegato che l’imprenditore sapesse già da tempo della decisione dei magistrati albanesi ma non avesse comunque tentato la fuga, convincendo di fatto la Cassazione che ha annullato il provvedimento rinviando tutto a un’altra sezione della Corte d’Appello.

(foto di repertorio)

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?