Slow Food. A Martina e Crispiano i Mercati della Terra, dedicati a Gigi Frassanito e Antonio Liviano D’Arcangelo

/ Autore:

Società


È nata ieri a Martina Franca la comunità Slow Food, un nuovo strumento organizzativo dell’associazione di Petrini, volto a coinvolgere il territorio in maniera più profonda, che coinvolge i comuni di Martina Franca e di Crispiano e alcune associazioni locali (Pro Loco Martina Franca, Motoclub San Martino, Amici da Sempre e Legambiente Valle d’Itria). La prima iniziativa della Comunità Slow Food di Martina Franca e Crispiano sarà l’organizzazione, a partire da settembre, dei Mercati della Terra, una delle iniziative internazionali di Slow Food volte a valorizzare i piccoli produttori locali indipendenti. I mercati saranno dedicati alla memoria di Gigi Frassanito e di Antonio Liviano D’Arcangelo, quest’ultimo militante di Legambiente scomparso prematuramente poco tempo fa.

Sui banchi del Mercato della Terra si potranno trovare prodotti locali, freschi e stagionali che rispettano l’ambiente e il lavoro dei produttori, sono proposti a prezzi equi, per chi compra e per chi vende. I Mercati della Terra sono luoghi dove acquistare prodotti di alta qualità, ma anche spazi per costruire comunità, creare scambio e fare educazione.

Nel caso specifico i “Mercati della Terra di Martina e Crispiano”, rappresenteranno la prima esperienza in Puglia e saranno dedicati alla memoria di due nostri conterranei, amici nella vita ed accumunati da un tragico destino: Gigi Frassanito che ha dato un contributo decisivo all’avvio del progetto Mercati della Terra di Slow Food e, Antonio Liviano D’Arcangelo, attento e sensibile sostenitore dello sviluppo ecosostenibile delle nostre comunità.

Il progetto è stato fortemente voluto dalle Amministrazioni Comunali di Martina Franca e Crispiano che ne hanno condiviso gli obiettivi e le finalità anche con un sostegno economico per la fattiva e concreta realizzazione nelle due location individuate: Villa Carmine a Martina Franca e la frazione di San Simone a Crispiano. I due Comuni, sostiene il promotore dell’iniziativa Pino Caramia,  sono un esempio concreto di interpretazione dei nodi fondanti della rete delle comunità di Slow Food che si basano sul dialogo, la collaborazione ed il confronto  per il raggiungimento di un obiettivo comune, con continui scambi di esperienze, buone pratiche e idee.

Dopo i saluti del fiduciario della condotta Slow Food Trulli e Grotte Alfredo De Lucreziis è stata presentata da Flora Saponari la rete delle Comunità di Slow Food, alla quale è seguita la presentazione del progetto Mercati della Terra di Martina franca e Crispiano da parte di Pino Carmia. Il progetto è sostenuto dalle seguenti associazioni locali: Pro Loco Martina Franca, Legambiente Valle D’Itria, associazione Amici da Sempre e Moto Club San Martino – Motosoccorso. L’assessore Alessandro Saracino del Comune di Crispiano  e l’assessore Bruno Maggi del Comune di Martina Franca hanno concluso la serata. Siamo tutti in attesa dell’inaugurazione del primo degli appuntamenti previsti che presumibilmente avverrà a settembre 2021.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?