Martina città che legge. Tutte le iniziative a supporto

/ Autore:

Cultura


Si è svolta questa mattina, a Palazzo Ducale, la riunione dei partecipanti al “Patto per la Lettura” e del “Tavolo Tecnico per la lettura”, istituiti nell’ambito del titolo “Città che legge”:

Il titolo di Città che legge è stato attribuito dal Ministero dei Beni Culturali alla città di Martina Franca, per la seconda volta anche per il prossimo biennio. L’Assessore Antonio Scialpi ha illustrato le strategie contenute nel patto in merito soprattutto a due obiettivi: la lettura diffusa nei luoghi differenti da quelli istituzionali e la lettura per i bambini. 

In tal senso sono state condivise alcune iniziative di Comunità. La prima iniziativa, intitolata “La lettura vince il Covid” inizia giovedì 24 giugno, alle ore 10.00, al Centro vaccinale di Piazza Filippo d’Angiò dove, su iniziativa del narratore Giuseppe Alemanno e del responsabile del Presidio del Libro Carlo Dilonardo, d’intesa con il servizio di Protezione civile.

Cittadini volontari e operatori culturali, si alterneranno nella lettura di frammenti di narrativa nazionale, internazionale, di poesia, di teatro, di cultura popolare e dialettale per rendere più tranquilla l’attesa dei vaccinandi. Un’iniziativa straordinaria unica nel suo genere, una vera e propria sfida per abbattere ansia, caldo e preoccupazioni. 

La seconda riguarda il Progetto “Nati per leggere” a cui ha aderito il Comune di Martina Franca rivolto ai bambini da 0 anni a 6 e alle loro famiglie. Dal 1° luglio il benvenuto ai nati a Martina Franca sarà dato, oltre che con il tradizionale diploma firmato dal Sindaco, anche con il dono di un libro di “Nati per leggere”; testi che nei prossimi mesi saranno messi a disposizione anche nella costituenda Biblioteca per bambini e famiglie con opportune guide e lettori che si stanno formando con dei corsi di formazione. 

Durante tutta l’estate sono in cantiere iniziative per la diffusione della lettura all’aperto, in modo particolare negli asili nido o nei giardini nelle ore preserali. Il 17 e il 18 agosto ci sarà la seconda edizione di “Vie e Piazze d’Autore” in Villa Carmine dedicato a bambini e ragazzi da 4 a 12 anni.

In cantiere anche un’inedita proposta del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato (CAV): uno scambio di libri nei condomini. 

Questa originale iniziativa, che cammina con le gambe di volontari, sarà sperimentata in un condominio che ha dato la propria disponibilità. Successivamente sarà estesa anche nelle contrade come vero scambio culturale e da settembre anche nelle palestre come ha proposto Arci – Uisp.

Si è discusso anche della proposta di animare strade ed angoli del Centro storico per contrastare la “malamovida”. 

Per questa iniziativa si tratta di approfondire le caratteristiche organizzative e le proposte culturali modellate sulle esigenze dei giovanissimi. Per questo nei prossimi giorni sarà al centro di un apposito incontro del Patto per la lettura e del Tavolo di concertazione.

Al termine dell’incontro è stato affidato a Carlo Dilonardo il compito di responsabile del Tavolo tecnico della lettura.

Sono contento ed entusiasta per questo incontro e per l’alto e qualificato numero di adesioni malgrado varie difficoltà. Sono state deliberate bellissime iniziative originali e fuori dagli schemi tradizionali per rafforzare e diffondere la lettura come antidoto ai disagi esistenziali o per educare alla lettura fin dai mesi di vita. Esprimo un plauso a tutti gli intervenuti e alle iniziative proposte a cui se ne aggiungeranno ben presto altre per ritrovare il sentimento di Comunità” ha dichiarato a conclusione dell’incontro il prof. Antonio Scialpi.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?