Eventi estivi, San Martino, mascherine. Fratelli d’Italia: amministrazione improvvisata

/ Autore:

Società


Eventi estivi, San Martino, mascherine: l’attacco di Fratelli d’Italia all’amministrazione Ancona. Di seguito nota del Coordinamento Cittadino FDI Martina Franca:

Storia di una Martina Franca, perla della Valle d’Itria, diventata il fanalino di coda di tutti i paesi limitrofi; dalla gloria nazionale e internazionale del Festival della Valle d’Itria, ci siamo ritrovati in concertini e variopinte manifestazioni di piazza senza neanche accorgerci di cosa stesse accadendo… ma cosa è successo? Semplice e al contempo tragico: alla programmazione si è preferito di gran lunga l’improvvisazione, motivo per cui adesso viviamo una città senza alcuna visione futura…

Cantieri aperti e mai ultimati…parcheggi e rotatorie a iosa, come se questi ultimi possano incentivare turismo ed economia.

Attività frenate, bloccate da oltre un anno di pandemia e cosa si fa per riavviare il tutto? … si continuano a fare parcheggi, si distrugge l’icona del calcio martinese abbattendo il Tursi e realizzando un “campetto” da 4 mln di euro sul Pergolo nemmeno adatto a far giocare la serie D e indebitando la città con un relativo mutuo.

“Panem et Circenses”, così Giovenale circa 2000 anni fa apostrofava la metodologia populista imperiale, solo che oggi questa Amministrazione Comunale elargisce solo Circenses senza Panem… e infatti si invitano i Giostrai nella sfrenata voglia di restituire alla cittadinanza l’apparenza di una goliardica normalità, ma il tutto senza garantire a loro e agli avventori regole certe e sicure anti covid, proprio in un momento in cui le nuove varianti del virus serpeggiano soprattutto fra i giovani, spesso non ancora vaccinati.

Si sono evitati (forse) gli assembramenti all’interno delle giostre, per poi “garantirli” all’esterno nelle file dall’ingresso… il tutto ovviamente sino ad una cert’ora, quando consci dell’impossibilità di gestire la cosa, si è dato il “liberi tutti” consentendo l’ingresso senza controlli… la FIERA DELL’ASSURDO!

E intanto mentre abbiamo commercianti al collasso, settore tessile allo spasimo, agricoltura in enorme difficoltà, edilizia rallentata … assistiamo al balletto della “mascherina no…mascherina si!”, con il governo anconiano che corre ai ripari dopo i festeggiamenti per la Nazionale introducendo l’obbligo delle mascherine, provvedimento che a “buoi scappati” è rivolto praticamente ai turisti, che finalmente tornano ad affacciarsi nella nostra città. Tempi, modalità, opportunità… assolutamente inadeguati e anacronistici rispetto al resto d’Italia…

Tutti hanno il diritto di lavorare…tutti abbiamo il diritto di tornare a vivere, ma un’Amministrazione degna di questo nome ha il dovere di garantire sicurezza, equità e correttezza… cose che a Martina da circa 10 anni ormai sono state sostituite da “fumo ed effetti speciali”!

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?