Via del Tocco. Fratelli d’Italia: verde secco, pavimento che salta. Opera incompiuta

/ Autore:

Società


Di seguito nota stampa del Coordinamento Cittadino FDI Martina Franca sul parcheggio di Via del Tocco:

Nei giorni in cui parte il nostro amato Festival della Valle d’Itria, la creatività della musica e dell’opera anima l’intera popolazione martinese, che cerca con fatica di ritrovare un senso di normalità post-pandemica ed è con questo stesso piglio creativo che la nostra Amministrazione Comunale gestisce la città, forse nel tentativo di emulare la grandiosità degli artisti nostrani molto apprezzatati in tutto il mondo, facendo dei “cantieri” lo strumento primo di esibizione e dispensando risultati del tutto opposti ai precedenti, con unico maestro d’orchestra l’assessore Palmisano!

Dopo aver evidenziato, nei giorni scorsi, il modus operandi propagandistico della Giunta “anconiana”, propedeutici alla propria campagna elettorale, dobbiamo purtroppo tornare ad occuparci del Parcheggio di Via del Tocco che nei proclami di Natale dello scorso anno era il fiore all’occhiello di prossima consegna alla città e tale è stato, ma la scelta floreale sembra essere ricaduta sul crisantemo… e non per la prossimità al Camposanto cittadino, bensì per la rapidità con cui assistiamo alla morte degli elementi verdi del parcheggio, necessaria integrazione urbanistica.

Avevamo anche depositato una interrogazione consiliare specifica il 15 Gennaio 2021, sollevando proprio quesiti su ciò che poi è accaduto, poiché ovviamente era tutto prevedibile, quando si realizzano progetti incompleti e senza una visione futura, tesa all’ottimizzazione delle risorse a disposizione… così ci ritroviamo con il prato per la maggior parte secco e incolto (un 20 % resiste misto a sterpaglie), con il 30% degli alberi ormai secchi e, senza un impianto di irrigazione ad aspersione, con l’operaio che ogni giorno (nel 2021) deve recarsi sul posto per annaffiare con i secchi!

Praticamente tutto da smantellare e da rifare!

E mentre l’assessore Palmisano continua i suoi annunci per altri cantieri avviati con lo stesso “spirito”, dimentica di aver dichiarato in Consiglio Comunale (sotto dettatura) che il parcheggio era completo d’impianto d’irrigazione… in un paese normale chi dice il falso…perlomeno si dimette!

Sembrava finita qui e invece la sorpresa: anche la pavimentazione del parcheggio, dopo qualche mese di parziale utilizzo sta saltando e si ricorre alle transenne per evitare danni maggiori agli avventori!

Senza parlare poi del proclamato annuncio fatto il 22.06.2021 dell’inizio lavori per Piazza Mario Pagano, per una gara aggiudicata l’anno prima il 21/08/2020 e ad oggi ancora non iniziati e sicuramente si tratta di un inizio parziale… ma forse ci sono problemi di autorizzazioni?

Chissà se il gran “Maestro dell’orchestra del disastro” voglia lasciare il posto a persone più competenti, cercando di contenere i danni per la nostra città!

Nel frattempo le “opere” a cui stiamo assistendo possono definirsi tutte delle grandi “INCOMPIUTE”, ovviamente nulla a che vedere con Schubert, ma come Coordinamento Cittadino di Fratelli d’Italia non potremo mai rinunciare alla denuncia di queste situazioni, lo dobbiamo alla nostra città e ai cittadini che ogni giorno ci esortano ad essere la loro voce.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?