Inaugurato il nuovo servizio di monopattini in sharing. Lasorsa: usiamolo responsabilmente

/ Autore:

Società


E’ stato inaugurato, nel cuore del Centro Storico presso il noto locale “Al Bacareto da Ivan”, con una conferenza stampa il nuovo servizio di monopattini elettrici in sharing voluto dal settore mobilità del Comune di Martina Franca ed affidato, a seguito di bando pubblico, a BIT Mobility. Di seguito nota della segreteria del sindaco:

“Oggi mettiamo a disposizione della Città uno strumento nuovo e fondamentale nelle politiche di riduzione della congestione del traffico e delle emissioni di CO2 offrendo una ulteriore e reale alternativa all’automobile che sia economica e rispettosa dell’ambiente – dichiara l’assessore alla mobilità Pasquale Lasorsa -. Sappiamo che 2/3 degli spostamenti urbani in auto non superano 1,5 km e che ogni auto che riempie le nostre strade trasporta mediamente 1,3 persone compreso il conducente: offrire servizi pratici e capillari che sostituiscano la necessità dell’auto per i brevi spostamenti contribuirà a liberare le nostre strade a favore di chi dell’auto non può davvero fare a meno. Insomma, investire in una città più pulita ed efficiente era la nostra missione e questo nuovo servizio è una risposta concreta e alla portata di tutti. Usiamolo responsabilmente.”

L’azienda ha infatti messo a disposizione 200 monopattini elettrici modello S3 distribuiti in 30 hub su un’area di circolazione di 3,5 kmq (si parte oggi con i primi 50 mezzi). Saranno presenti 4 BIT Point a parcheggio obbligato solo nella zona centrale (Centro Storico). Il servizio di sharing mobility comporta uno sblocco a 0 euro dalle 7.15 alle 8.30 e dalle 12.30 alle 13.30 con costo al minuto in quelle fasce orarie di 0.09 euro valido durante il periodo scolastico da Settembre a Giugno. Saranno collocati diversi info point contenenti materiale divulgativo per fornire una corretta informazione sui mezzi all’utente e saranno organizzate delle giornate formative sull’uso corretto del monopattino.

Il servizio sarà disponibile tramite l’app BitMobility, in modalità “pay per use”, cioè in modo occasionale, pagando 0.18 €/minuto con sblocco a 0.50 euro.

 Sarà inoltre possibile sottoscrivere tre formule di abbonamento (Mensile, Orario e Sblocchi):

  • UNBITABLE Monthly, l’abbonamento mensile pensato per chi ogni giorno compie la tratta casa-lavoro in monopattino e vuole poter contare su un’unica tariffa di 24,99 euro al mese; una soluzione che consente di beneficiare di 2 sblocchi al giorno (andata + ri-torno) e di 60 minuti giornalieri.
  • Easy BIT, ideale per chi vuole concentrare l’uso in un’ora per fare tante commissioni a 3,99 euro.
  • UNBLOCK, pacchetti che consentono sblocchi giornalieri e settimanali per chi vuole essere libero di usare il monopattino in qualsiasi momento risparmiando: Daily, che offre sblocchi illimitati e 15′ gratuiti al costo di 3,99 euro per un giorno; Weekly, con sblocchi illimitati e 110′ gratuiti al costo di 10,99 euro per una settimana.

Molti i servizi previsti per promuovere il rispetto delle regole di circolazione e il corretto parcheggio del mezzo: innanzitutto il sistema di geolocalizzazione del mezzo in condivisione, che permette un controllo maggiore contro gli episodi di furto e vandalismo; aree di parcheggio obbligatorio; limitazioni di velocità gestite da remoto h24; monopattini di ultima generazione con doppio freno, batterie intercambiabili e interfaccia vocale. Il controllo dei mezzi è effettuato sia dal personale in giro per la città sia da un servizio di sorveglianza.

L’interfaccia sonora dei monopattini BIT Mobility emette un segnale acustico ogni volta che vengono riscontrati movimenti del mezzo non autorizzati; qualora il monopattino stesse proce-dendo al di fuori dell’area di circolazione, la procedura prevede di far partire un segnale acu-stico (un campanello d’allarme) direttamente dal servizio di assistenza h24 che raggiunge l’utilizzatore. Nell’eventualità che costui continui la sua corsa viene raggiunto direttamente al cellulare. La mancata risposta e il continuo proseguimento della corsa da parte dell’utente, fa intervenire direttamente le forze dell’ordine e il personale di competenza.

Le prescrizioni di sicurezza prevedono l’uso obbligatorio del casco dai 14 anni ai 18 anni ed è vivamente consigliato anche per i maggiorenni. Obbligatorio inoltre il giubbino catarifrangente dopo il tramonto. E’ severamente vietato andare in due e il trasporto di materiali.

Il modello di monopattino è solido e ben equilibrato con ammortizzatore frontale. I mezzi sono dotati di un’ampia pedana di 20 cm e quindi confortevole e sicura poiché permette di posizionare i piedi per intero sulla stessa. Il cavalletto posteriore è stabilizzato, i cavi quasi completa-mente nascosti e sulla testa di ogni mezzo è affisso un adesivo con il numero di telefono del call center: questo è molto utile sia per gli utenti, sia per le forze dell’ordine come alternativa all’app e vogliono contattare l’assistenza nel caso in cui, per esempio, il mezzo sia parcheggia-to in modo da creare pericolo o intralcio.

 “Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto un nuovo Comune in Puglia. Martina Franca è una località ricca di bellezze che d’estate accoglie numerosi turisti a cui da oggi viene offerto un nuovo modo di visitare la città. Pensiamo che scegliere una mobilità a impatto zero sia un passo importante per un futuro all’insegna della sostenibilità”. – ha commentato Michele Francione, responsabile dello sviluppo operativo di BIT Mobility.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?