Birrifici artigianali pugliesi, la Regione approva la legge per la valorizzazione e la promozione

/ Autore:

Economia


Promozione birra artigianale pugliese, sì all’unanimità della IV Commissione. La IV Commissione presieduta da Francesco Paolicelli, ha approvato all’unanimità una proposta di legge di iniziativa dello stesso presidente, dell’assessore Donato Pentassuglia e del capogruppo del PD, Filippo Caracciolo:


Si tratta di “Norme in materia di valorizzazione e promozione dei prodotti e delle attività dei produttori di birra artigianale pugliese”. Con questa iniziativa legislativa si intende sostenere una delle attività artigianali ed agro-alimentari che si sono maggiormente sviluppate negli ultimi anni nel territorio della nostra Regione e alle quali i consumatori stanno rivolgendo un’attenzione sempre più crescente.

La proposta di legge focalizza l’attenzione della Regione Puglia su questo comparto, che manifesta oggettivi elementi di interesse non solo dal punto di vista produttivo in senso stretto ma anche da quello, più generale, dello sviluppo economico, turistico e culturale delle aree in cui si sono insediati i birrifici. L’intento è quello di inserire a pieno titolo questa attività nell’ambito della programmazione delle politiche di sviluppo economico, culturale e turistico della Regione.

L’articolo 1 della proposta ne individua le finalità, che sono volte anche al sostegno di una filiera locale delle materie prime.
L’articolo 2 contiene le definizioni, che tengono conto di quanto stabilito dalla normativa statale di riferimento, rappresentata dagli articoli 35 e 36 della legge 154/2016.
L’articolo 3 contiene un riferimento espresso alla promozione della coltivazione e della lavorazione delle materie prime per la produzione della birra, al fine di sostenere le filiere locali.
L’articolo 4 promuove iniziative di valorizzazione della birra artigianale.
L’articolo 5 disciplina il programma annuale degli interventi, che allo stato attuale dovranno essere compatibili con la pertinente programmazione regionale settoriale in materia di politiche di valorizzazione del tessuto economico e sociale.
L’articolo 6 specifica quali sono gli strumenti di programmazione utilizzabili per dare attuazione alle finalità della proposta.
L’articolo 7 contiene la disposizione in tema di copertura finanziaria. 100 mila euro per l’anno in corso con l’istituzione di un capitolo di bilancio ad hoc.

La legge è stata emendata per recepire tutte le istanze del mondo dell’associazionismo di settore

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?