“I partiti come pullman e gli approfondimenti sul Pug non sono stati negati”. Nunzia Convertini contro Saiu e Cervellera

/ Autore:

Politica


“Sento il dovere di difendere gli ideali, le donne e gli uomini del Partito Democratico oggi, più di ieri, oggetto di critiche ingiuste da parte di chi fino a ieri aveva ruoli importanti. Molto spesso i partiti sono usati come pullman da chi si candida, alcuni scendono subito, il tempo di essere eletti, altri attendono occasioni migliori, i radicati, i veri credenti, i militanti, restano fino alla fine, fino al cambiamento”. Così Nunzia Convertini, prima segretaria del Pd di Martina Franca e vicesindaco della città, commenta la scelta di Giuseppe Cervellera di lasciare il Pd, lasciando dietro di sè strascichi polemici contro i suoi ex-compagni di partito. Nunzia Convertini è stata l’unica, a sentire l’ex segretario cittadino Maurizio Saiu, a continuare a dare valore ai lavori del partito, a differenza degli altri suoi colleghi eletti.

“Grazie al Pd, meglio, grazie agli elettori del Pd, hanno governato anche i non eletti, con al lavoro incessante di Sindaco giunta e consiglieri, spesso laboriosi e silenti, anche chi non era stato premiato dall’elettorato ha potuto decidere per il bene della comunità, governare e sedere in consiglio comunale. Ringrazio molto chi si è seduto al mio fianco nel PD, gli auguro buona fortuna, ma non accetto che critichi a cuor leggero il lavoro e soprattutto le persone solo per giustificare scelte diverse”, continua.

Quindi a Saiu che accusa che il Pug sia come un documento segreto della CIA: “Accusare dopo è facile, lavorare nel mentre perché si possa incidere è difficile, faticoso, ma necessario, amalgamare il gruppo, giocare per la squadra. Finiremo il mandato approvando un Pug che nessuno ha mai chiuso nelle stanze, Sindaco e dirigente non hanno mai negato approfondimenti e analisi, chi parla di chiusura è solo preoccupato di dire qualcosa ma a Palazzo Ducale non si è mai visto”.

Infine: “Coloro ai quali gli eletti del Pd devono delle scuse sono i dirigenti del partito e gli elettori, trascurati dal tempo impiegato per amministrare, ingiustamente in attesa di una convocazione tardiva. Sarà una campagna elettorale avvincente, me lo auguro per la città, spero vivamente che non si impieghi il prezioso tempo ad attaccare gli ex amici, invece di chiarire bene la visione per la città. Il Pd si farà interprete, ancora una volta, di un cambiamento vero, chi vorrà sognare con noi, sarà sempre un amico ben voluto”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?