Economia circolare. Il progetto “Opuntia” vince il concorso del Soroptimist di Martina Franca

/ Autore:

Economia, Società


Sabato scorso, 25 settembre, alle ore 18, nella suggestiva cornice della Regia Stazione Ippica di Martina Franca, si è svolta la cerimonia di proclamazione e premiazione del progetto vincitore del CONCORSO DI IDEE ‘al femminile’ dal titolo “Le donne per un’economia rurale e circolare” bandito la scorsa primavera dal Soroptimist Club di Martina Franca, a conclusione e coronamento di un fortunato ciclo di seminari on-line organizzati in collaborazione con Università di Bari – GAL Valle d’Itria – Fondazione ITS Agroalimentare di Puglia – Comuni di Martina Franca, Locorotondo, Cisternino e Fasano.

Dopo i saluti della Presidente del Soroptimist Club di Martina, Doranna Rinaldi, e – in collegamento on-line da Milano – della Presidente Nazionale del Soroptimist International d’Italia, Mariolina Coppola, sono stati presentati gli otto progetti pervenuti e sottoposti al vaglio della Commissione giudicatrice; come richiesto dal bando, partendo da una realtà d’impresa già esistente, o immaginando di avviarne una nuova di zecca, le partecipanti hanno proposto un’idea originale, convincente e conveniente di conversione del territorio rurale in chiave circolare e sostenibile.

A illustrare i progetti, con l’ausilio di diapositive e filmati e con una carica di passione ed entusiasmo davvero coinvolgenti, sono state le rispettive ideatrici (alcune delle quali giovanissime). Questi i i loro nomi (in ordine rigorosamente alfabetico) e i titoli dei loro progetti:

• R-INNOVA di Anna Rita Annichiarico

• MERAKI Glamping Wellness & more di Porsia Caragnano

• ArtICHokE FloWER Idea Agriculture, Innovation, Circularity, Handiwork and Economy for Women Employment and Rurality di Tiziana Crovella​

• Impianto di una FOOD FOREST di Raffaella De Chirico

• OPUNTIA di Francesca Maria Melucci e Rosalia Facendola​

• DONNE IN CAMMINO di Angelina Fadda​

• UN’AZIENDA TUTTA AL FEMMINILE di Anna Maria Perniola

• OVO – RECINTO MOBILE di Paola Perrini​​​​​

Ad aggiudicarsi il premio – offerto dalla PROGEVA (la nota azienda da tempo impegnata sul fronte dell’economia circolare) – è stato il progetto Opuntia di Melucci e Facendola, due giovani ricercatrici che hanno ideato, motivato e progettato nei minimi particolari una catena di sfruttamento degli scarti del fico d’india.

A proclamare il progetto vincitore è stato il prof. Francesco Lenoci (Università Cattolica di Milano), presidente della commissione giudicatrice composta dalla dott.ssa Antonella Baccaro (Corriere della Sera), dalla dott.ssa Lella Miccolis (ITS Locorotondo), dalla prof.ssa Elvira Tarsitano (Università di Bari) e dalla dott.ssa Grazia Valentino (CREA-PB). A consegnare il premio sono state Lella Miccolis, in qualità di amministratore unico della Progeva, e Doranna Rinaldi, presidente del Soroptimist Club di Martina Franca..

Oltre che sul contributo prezioso della Progeva, il Soroptimist ha potuto contare sul sostegno della BCC di Locorotondo e della BCC di San Marzano di San Giuseppe e sull’ospitalità del Consorzio Costellazione Apulia che ha messo a disposizione l’allestimento predisposto per l’ottava edizione dei Colloqui di Martina Franca,

A conclusione della serata, il numeroso pubblico presente ha potuto gustare un assaggio di prodotti locali, gentilmente offerti da L’acropoli di Puglia, Panificio Angelini, Cantine Cardone, Salumi Cervellera e Caseificio Pioggia.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?