Aggressione alla CGIL. Consiglio regionale compatto contro le associazioni neofasciste

/ Autore:

Politica


Il Consiglio regionale chiede con una mozione approvata all’unanimità al Governo nazionale ed al Parlamento italiano l’applicazione della legge Scelba di attuazione della XII norma transitoria della Costituzione per lo scioglimento delle associazioni di matrice fascista.

Questo considerati i terribili fatti di Roma dello scorso 9 ottobre 2021, che hanno visto la sede della CGIL e il pronto soccorso dell’ospedale “Umberto I” diventare palcoscenico di violenze inaudite da parte di un gruppo di squadristi a margine di una manifestazione no pass.

La mozione sottolinea che tutte le Istituzioni sono impegnate a denunciare e a condannare ogni forma di violenza che non solo si ponga in maniera lesiva delle norme costituzionali, ma violi i principi e i valori fondamentali a cui tutto il nostro ordinamento si ispira.

Il Consiglio regionale esprime piena solidarietà e vicinanza alla CGIL, da sempre impegnata nella tutela dei diritti e della democrazia, agli agenti delle forze dell’ordine e agli operatori sanitari.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?