Approvata in Consiglio regionale la mozione per il rafforzamento delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro

/ Autore:

Società


Il Consiglio Regionale ha approvato la mozione per rafforzare le misure in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

La nostra Puglia – ha dichiarato in Consiglio la presidente Capone – da inizio anno ha perso 53 suoi figli e figlie. Sono vite che nell’esercizio di un loro sacrosanto diritto al lavoro sono state spezzate. Il nostro Paese, tutto, non può continuare a subire questo triste destino. La Puglia vuole fare la sua parte e in quest’Aula, la casa di tutti i Pugliesi, la scorsa settimana, con i capigruppo, i presidenti delle commissioni consiliari competenti, gli assessori al lavoro e allo sviluppo economico, le sigle sindacali e datoriali, Inps, INAIL, Spesal, Anmil, abbiamo provato a fare il punto e a mettere nero su bianco le priorità d’intervento. Con un punto di partenza chiaro: davanti al diritto alla vita non c’è colore che tenga. Per questo oggi porterò in Aula una mozione che è sintesi di questo importante lavoro, impegnando la Giunta regionale ad attivare ogni opportuna iniziativa con il Governo nazionale al fine di sollecitare ogni intervento necessario per incrementare i controlli, le ispezioni e le misure per contrastare gli infortuni e le morti sui luoghi di lavoro; a completare la redazione del nuovo Piano regionale di prevenzione e di condividerlo con il Comitato regionale di coordinamento, come previsto dal DPCM del 21 dicembre 2007, assicurando tutte le forme di partecipazione previste dalla legge, al fine di una sua immediata adozione; ad individuare le necessarie risorse regionali aggiuntive al fine di consentire l’aumento delle ispezioni degli SPESAL (Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro) dal 5% ad almeno il 6%. Nessuno – conclude la Presidente – dovrà più temere per la propria vita sul posto di lavoro”.

Incrementare i controlli e le misure per la sicurezza sui luoghi di lavoro – dichiara la capogruppo del M5S Grazia Di Bari – e dare vita a iniziative nelle scuole su questo tema è un impegno che ci deve vedere in prima linea, al di là dell’appartenenza politica. Per questo ritengo molto importante la mozione approvata oggi, così come è stata importante la riunione del tavolo per la sicurezza della scorsa settimana con tutte le parti interessate, perché il lavoro in sinergia è fondamentale. Dobbiamo implementare i controlli sui luoghi di lavoro, individuando risorse regionali aggiuntive per consentire l’aumento delle ispezioni degli SPESAL, ma anche sollecitare la convocazione del Comitato regionale di coordinamento per la condivisione del Piano regionale di Prevenzione. Da andriese sento ancora vivo il ricordo di quanto accaduto lo scorso venerdì, quando un ragazzo di 30 anni ha perso la vita in un incidente sul lavoro nell’azienda agricola in cui lavorava. Purtroppo è l’ennesima tragedia: i dati ci dicono che la nostra Regione è sesta per incidenza di mortalità sui luoghi di lavoro, l’8,4% del totale nazionale. Non possiamo perdere altro tempo e dobbiamo subito dare seguito ai punti della mozione approvata oggi. Parallelamente come M5S inviteremo in Consiglio il senatore pugliese Iunio Valerio Romano, tra i promotori della proposta di legge per l’istituzione di una Procura Nazionale del Lavoro, che speriamo abbia un veloce iter per l’approvazione. Oltre al nostro cordoglio per le fatalità, oltre allo sdegno per l’insensatezza di queste morti, la nostra risposta può essere solo quella di dare più strumenti a chi deve fare i controlli e combattere chi non si vuole adeguare ai criteri di sicurezza necessari per evitare tragedie di questo genere

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?