Regione Puglia: si alla mozione per l’istituzione di residenze-hospice pediatriche sanitarie

/ Autore:

Politica


Il Consiglio regionale della Puglia ha approvato all’unanimità la Mozione della consigliera regionale Pd Lucia Parchitelli che chiede di prevedere nell’offerta sanitaria e sociosanitaria della Puglia l’Hospice Pediatrico di Primo Livello (“Residenza Pediatrica Sanitaria”) e l’Hospice Pediatrico di Secondo Livello.

La mia richiesta nasce dal fatto che attualmente in Italia solo il 5% dei pazienti pediatrici portatori di malattie gravi, e potenzialmente letali, ha accesso alle Cure Palliative Pediatriche, essendo attualmente solo 7 nel nostro Paese le strutture dedicate” ha dichiarato la Parchitelli nel presentare la Mozione che impegna la Giunta regionale ad istituire con uno specifico Regolamento le “Residenze Pediatriche Sanitarie”, con una denominazione meno impattante sul piano emotivo rispetto a hospice pediatrici.

Lo sviluppo delle residenze sanitarie pediatriche (“realtà importanti”, ha osservato l’assessore alla sanità Pierluigi Lopalco, “multidisciplinari e anche riabilitative, non necessariamente collegate al fine vita”) rientra nella medicina della persona per i piccoli pazienti e viene incontro anche alle esigenze delle famiglie “di questi bambini molto speciali”. Non ci sono molte esperienze analoghe in Italia e la Puglia potrà collocarsi all’avanguardia.

“Ringrazio l’assessore Lopalco per la sensibilità e disponibilità dimostrata, ma allo stesso tempo i colleghi in Consiglio che con il loro voto hanno dato il via all’iter per prevedere nella nostra offerta sanitaria le Residenze Pediatriche Sanitarie. L’auspicio, una volta create tali residenze, è di avere luoghi (non strettamente legati al fine vita) nei quali i bambini possano essere assistiti e vivere anche la quotidianità impegnati in attività ludiche e di socializzazione; allo stesso tempo, affiancare e abbracciare le famiglie, nella difficoltà che il momento impone, permettendo loro di stare vicine ai propri figli con rinnovate energie e amore che questi bambini meritano, assieme alla nostra attenzione” ha concluso la consigliera Parchitelli.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?