Pug. Delusi i cittadini di San Paolo che volevano edificare. “Totale dissenso”. Ma c’è già il nuovo appuntamento

/ Autore:

Politica


Ieri pomeriggio è stata fatta un’assemblea a San Paolo, organizzata dal Comune di Martina Franca per la presentazione del nuovo piano urbanistico. Alla fine dell’incontro una breve nota inviataci da un referente dei cittadini, commenta la presentazione. “I cittadini di San Paolo”, scrivono, “manifestano il loro totale dissenso in merito alla bozza del redigendo Piano Urbanistico Generale della Città di Martina Franca e nello specifico per la parte che interessa la Contrada San Paolo”.

“Oggi, ci viene presentata una bozza del nuovo P.U.G. senza aver svolto una preventiva fase di consultazione e ascolto della comunità. Non è mai stato organizzato un tavolo di confronto con i cittadini che era alquanto doveroso, alla luce dell’esistenza di un Piano Particolareggiato.

Nell’ultimo ventennio, le amministrazioni comunali che si sono susseguite, non hanno mai realizzato le urbanizzazioni primarie e secondarie previste, venendo meno agli obblighi imposti dal Piano Particolareggiato ed impedendo, nei fatti, la realizzazione dei complessi edilizi a quanti volevano investire sul territorio.

Oggi, ci viene proposta la cancellazione dell’intero piano particolareggiato, portando i terreni da edificabili a zona agricola, dopo che, negli ultimi vent’anni, i cittadini, su questi terreni, hanno regolarmente pagato l’IMU oltre ad aver versato ingenti plusvalenze negli atti di trasferimento.

Nei prossimi giorni, i cittadini della Contrada, si uniranno in un comitato spontaneo al fine di manifestare il loro dissenso a questa bozza di PUG e di sottoporre all’amministrazione la loro visione di pianificazione e di sviluppo della contrada”.

Secondo quanto si apprende da Palazzo Ducale, alla fine dell’incontro si sarebbero dati già appuntamento per il prossimo 5 novembre coi tecnici di San Paolo.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?