Da Taranto a Martina razziavano motorini. Arrestati quattro ladri dalla Polizia

Quasi trenta motorini e moto erano stati rubati a Martina Franca, nel giro di pochissimi giorni. Una razzia senza precedenti che ha messo in allarme i poliziotti del commissariato di Martina Franca, guidati dal vicequestore Pierfranco Amati. Una serie di furti anche nelle aree condominiali, a dimostrazione che la probabile banda era attrezzata ed esperta, ma non troppo, perché nella notte tra venerdì e sabato quattro giovanissimi tarantini sono stati arrestati in flagranza.

Venivano da Taranto a bordo di due ciclomotori, anch’essi rubati. Li nascondevano in una traversa nei pressi dell’ingresso sud di Martina Franca e poi a piedi, a coppie, rubavano altre moto, con le quali scendevano a Taranto per trasformarle in pezzi di ricambio o altro. Quando non servivano venivano abbandonate da qualche parte.

I quattro, di cui due minorenni, sono stati arrestati all’alba di venerdì. Per i due maggiorenni, 19 e 20 anni, il pm ha firmato per l’arresto in carcere, mentre i due minorenni hanno avuto i domiciliari. Una banda esperta, nonostante la giovane età, tutti con diversi precedenti.

I furti avvenivano quasi sempre nella zona sud di Martina Franca, luoghi facilmente raggiungibili a piedi, ma anche atri condominiali. La tecnica sempre la stessa: forzavano il bloccasterzo e poi con calma riuscivano ad accendere il motore. I quattro poi scendevano in moto verso Taranto. Non si esclude che facessero più viaggi in una sola notte.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.