Drusilla Foer. Lo smoking e il pigiama made in Rossorame, fatti a Martina Franca

/ Autore:

Economia, Società


Drusilla Foer, che ha incantato l’Ariston e l’Italia con il suo monologo sulla diversità, l’unicità e l’ascolto, ha scelto di non indossare gli abiti dei grandi brand ma di scegliere il suo guardaroba sanremese tra sartorie e artigiani. Non è un caso, quindi, che due degli abiti indossati, il pigiama bianco e lo smoking nero, che ha indossato proprio durante il monologo, siano stati realizzati da Rossorame, l’atelier di moda di Martina Franca di Daniele Del Genio e Bruno Simeone. Quest’ultimo, direttore creativo del brand, ha commentato così sul sito:

Abbiamo preparato per Drusilla Foer due abiti: il pigiama bianco e lo smoking nero, con cui ha fatto il monologo conclusivo della terza serata del Festival di Sanremo. Il nostro è stato un incontro fortuito, immediatamente sfociato in un rapporto basato sulla fiducia: nonostante non ci conoscesse ha affidato al nostro atelier la realizzazione di due abiti, uno dei quali sarebbe stato indossato nel momento del monologo. Sentiamo che la nostra professionalità sia stata riconosciuta. Per questa fiducia mi sento di ringraziarla, perché ci ha permesso di mettere a disposizione della sua arte, la nostra arte. Chi esce sul palco di Sanremo è consapevole di partecipare ad un evento del quale tutti si sentono giudici. Drusilla Foer è stata coraggiosa e noi amiamo le persone coraggiose, da loro ci facciamo ispirare. Abbiamo scelto, insieme, di esaltare la sua eleganza, attraverso due abiti classici, giocando con la fluidità, con leggerezza e con intelligenza. Per usare una metafora musicale, con Drusilla Foer i nostri abiti hanno fatto da sezione ritmica al suo spettacolare assolo”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?