Amministrative 2022. Nasce “Martina al Centro”: fondatori Angelini, Castellana, Fumarola e Gianfrate

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2022


Inizia a scaldarsi la campagna elettorale per le prossime amministrative a Martina Franca. Si costituisce oggi un raggruppamento civico trasversale e che raccoglie diversi protagonisti (più e meno recenti) della politica locale. Di seguito nota congiunta di Angelita Salamina, Marianna Maggi, Vincenzo Angelini, Donatella Castellana, Veronica Fumarola, Angelo Gianfrate:

La politica in questi ultimi anni è cambiata. È già profondamente cambiata in Europa, in Italia e a cascata cambierà anche in tutte le piccole realtà territoriali. C’è un elemento di fondo che emerge in modo netto, a maggior ragione dopo questo drammatico evento bellico: il tramonto lento, ma irreversibile, del populismo e del sovranismo. A tutti i livelli occorrerà voltare definitivamente pagina, perché il corso della storia guarda ormai altrove. Adesso un nuovo progetto va perseguito con razionalità, intelligenza e coraggio.

Si apre un’altra fase storica e politica e tocca a chi ha sempre combattuto questi “opposti estremismi”, e cioè il populismo e il sovranismo, guidare la nuova fase politica che si sta aprendo anche nel nostro Paese.

A Martina Franca presto si tornerà a votare e anche qui riteniamo che si debba iniziare a piantare il seme di una nuova stagione politica: il raggruppamento civico “Martina al Centro” ha il dichiarato intento di avviare un dialogo costruttivo con qualsiasi forza politica presente sul territorio, che sia disposta a riconoscere l’importanza di superare gli steccati dei partiti tradizionali e ad accettare un confronto democratico non solo sul programma, ma anche sulla metodologia da seguire nell’individuazione di un candidato sindaco, che possa essere rappresentativo di una nuova classe dirigente.

La metodologia da adottare è tanto importante quanto lo è il nome del futuro candidato sindaco ed è per questo che confidiamo in una condivisione allargata dei vari schieramenti in campo e ci dichiariamo disponibili ad un confronto.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?