Amministrative 2022. Bello: dopo 10 anni di non ascolto della sinistra è l’ora di cambiare

/ Autore:

Elezioni Amministrative 2022


A 35 giorni (36 contando ieri, nda) dalla tornata elettorale, inizia a scaldarsi la competizione a Martina Franca. Dopo la presentazione della coalizione di centrosinistra che vede Gianfranco Palmisano come candidato sindaco, in serata si è svolta quella di Mauro Bello (già capogruppo della Lega in consiglio comunale) e della coalizione di centrodestra. Bello si presenta ai nastri di partenza con 7 liste a supporto: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Movimento Pino Pulito per Martina, Martina è Bello, Martina Domani, Martinesi.it e IdeaLista.

Dopo i saluti degli esponenti delle liste ha preso la parola Bello che – visibilmente emozionato – ha esordito così: “Siamo carichi e orgogliosi per la sfida che ci aspetta, dopo 10 anni di sinistra siamo pronti con un centrodestra unito e che mi darà la forza di avviare un processo di rinnovamento e di alternanza democratica. Siamo stanchi di non essere ascoltati, siamo stanchi di avere una maggioranza politica che non ascolta la maggioranza di Martina e cioè noi. La politica deve scendere tra la gente, ascoltare e non fare come chi chiede alla cittadinanza solo di stendere un programma elettorale negli ultimi 5-7 giorni”. Chiaro il riferimento a Palmisano e al suo programma di partecipazione dal basso, che prevede un portale online per inviare proposte e suggerimenti.

Subito dopo altra stoccata al competitor di centrosinistra, che ieri mattina aveva parlato di alcune parole chiave per la sua campagna elettorale, insieme in primis: “C’è una grande differenza tra la parola insieme e quella uniti. Insieme significa solo mantenere con la forza la poltrona con le stesse persone che erano lì negli ultimi 5 anni. Noi invece siamo uniti, abbiamo le capacità per governare senza condurre campagne acquisti perché non abbiamo bisogno di questo”.

Bello ha invitato la cittadinanza alla presentazione ufficiale di tutte le liste, che si terrà nella prossima settimana. Poi il taglio del nastro del comitato elettorale in Piazza XX Settembre e i saluti a telecamere spente di Gianfranco Chiarelli, arrivato in piazza per supportare la candidatura di Bello. Il consigliere regionale Renato Perrini durante il proprio discorso di endorsement ha promesso la presenza di Giorgia Meloni in Valle d’Itria, ci sarà anche quindi un ritorno di Matteo Salvini a Martina Franca nonostante la Lega non sia ufficialmente con una propria lista?

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?