Poliziotto fuori servizio salva neonata da soffocamento

È toccato di nuovo al vice-sovrintendente Biagio Tagliente, in servizio al Commissariato di Martina Franca, il ruolo dell’eroe. La sera del 4 ottobre ha salvato una bimba di venti mesi dal soffocamento, praticandole le prime manovre di soccorso e poi accompagnando lei e la sua famiglia al pronto soccorso.

Si legge su Noinotizie: “Chiara versava in condizioni critiche, con la lingua rivolta all’indietro ad occludere le vie respiratorie e in stato di incoscienza. Biagio, intuita la drammaticità della situazione, ha agito con l’istinto tipico di chi opera pratiche di rianimazione, di cui è esperto, intervenendo sulla piccola. Poi – tutto si è svolto nel giro di pochi secondi – ha preso la sua auto, caricato a bordo la bimba e i due genitori terrorizzati ed è schizzato verso il nosocomio martinese. Dopo i primi accertamenti, la situazione si è rivelata subito molto seria ma per fortuna Chiara, ancora incosciente, è stata normalizzata consentendo il trasferimento d’urgenza all’ospedale di Taranto per un trattamento approfondito. Il verdetto del Pronto Soccorso martinese è netto: ancora pochissimi minuti e la vita di una giovane bimba sarebbe andata persa. La piccola è stata tenuta in osservazione presso l’Unità di Terapia Intensiva dell’Ospedale SS. Annunziata di Taranto e dimessa dopo qualche giorno trascorso presso Pediatria dello stesso nosocomio”.

Un gesto che non è passato inosservato al Questore di Taranto, Massimo Gambino: “Un grazie a Biagio ed a tutti i Poliziotti che quotidianamente portano avanti la mission in cui credono”.

Il poliziotto Biagio Tagliente era stato ferito durante uno scontro a fuoco mentre era in servizio a Taranto.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.