Gita scolastica e febbre. La replica dei genitori: “Gita meravigliosa. Evento casuale”

/ Autore:

Cronaca


La gita è andata bene fino all’ultimo giorno, quando si sono manifestati i sintomi in altri alunni. Quello che è accaduto è un episodio fortuito che poteva succedere a prescindere dalle scelte individuali. La gita è stata un bel momento formativo e per questo non va demonizzata.

Non si è fatta attendere la replica di un gruppo di genitori alla notizia del contagio diffuso durante una gita scolastica, che volentieri pubblichiamo, come contributo al dibattito sull’attenzione alla salute pubblica. Il fatto riguarda, come abbiamo avuto modo di verificare, la diffusione di una virosi durante una gita d’istruzione, partita da uno dei piccoli già portatore dei sintomi al momento della partenza. Senza alcuna intenzione di demonizzare la scuola, che ha ripreso con fatica le gite, o la famiglia come costrutto sociale su cui si fonda la nostra civiltà, l’intenzione dell’articolo era quella di mettere in evidenza come le scelte individuali producono delle conseguenze a valanga.

Dalla scuola ci scrive una mamma rappresentante dei genitori di una delle classi coinvolte: “Non posso credere si possa dare credito ai pettegolezzi di paese o al rancore personale di qualche genitore. Vorrei solo darti una versione più obiettiva dei fatti. La gita scolastica è stata un successo. È andato tutto bene fino alla notte prima della partenza. Solo l’ultimo giorno hanno iniziato a svilupparsi i primi casi di influenza. Tra l’altro i docenti si sono fatti carico di isolare il più possibile e curare questi ragazzi, trascorrendo la notte in piedi ed in costante aggiornamento con noi genitori”.

Sul tema del contagio, scrive: “Certo, il contagio, assolutamente casuale e non imputabile a nessun ragazzo ne famiglia in particolare, si sa che ha effetto domino. Esattamente come quando sono in classe e si contagiano o in famiglia. Sinceramente dispiace veder stigmatizzato come comportamento scorretto la partecipazione ad un viaggio di istruzione che ha avuto anche momenti educativi importanti. Ne siamo tutti dispiaciuti.. Tutti credimi, sia genitori che docenti. Sono certa potrai dare diritto di replica e voce a chi sinceramente, pur avendo i figli coinvolti non imputa nessuna responsabilità alla gita”.

Un’altra mamma replica: “Mai visto qualcosa del genere, nel giro di un giorno si sono ammalati tutti. Ma siamo tutti d’accordo sul fatto che si sia trattato di una casualità”.

Resta aggiornato sulle notizie in Valle d'Itria


E tu cosa ne pensi?