Furti in gioielleria, i carabinieri arrestano una persona. Un’altra denunciata

È stato immediatamente rintracciato uno dei presunti autori dei reati commessi qualche notte fa a Martina Franca, ai danni di due gioiellerie, una situata in Viale della Libertà e una in Corso Italia. Per la prima il tentativo di furto è andato male, mentre per la seconda è andato a segno, con un bottino di oltre diecimila euro. Un uomo, cittadino rumeno, ma da anni residente a Martina Franca, sono scattati gli arresti domiciliari. Già l’anno scorso era stato protagonista di un tentativo simile.

Nella tarda mattinata dello scorso 28 novembre, i militari della sezione operativa della Compagnia Carabinieri di Martina Franca, a conclusione di una veloce e risolutiva indagine, hanno tratto in arresto un cittadino rumeno 20enne, residente da tempo a Martina Franca, fortemente indiziato di aver compiuto molteplici violazioni alle prescrizioni imposte dalla Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno, cui lo stesso era sottoposto dallo scorso ottobre.

L’arrestato, insieme al presunto complice, un 25enne di origini albanesi del luogo, nel corso della notte, avrebbe tentato di perpetrare dei furti in due diverse gioiellerie del centro. Gli stessi, poi, avrebbero infranto una vetrina blindata, per poi presumibilmente asportare numerosi gioielli d‘oro e argento, per un ammontare di circa 10.000 euro.

La refurtiva è stata trovata all’interno di un distributore automatico di bevande, dove era stata ben nascosta e poi restituita al gioielliere, il quale ci ha tenuto a ringraziare fortemente i militari dell’Arma, che sono riusciti, in meno di 12 ore, a far luce sull’intera vicenda e riconsegnare i monili al legittimo proprietario.

L’uomo, fatta salva la presunzione di innocenza sino a sentenza definitiva, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, è stato accompagnato presso il suo domicilio in regime degli arresti domiciliari.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.