Esame di maturità inaccettabile. Stamattina la protesta degli studenti del Collettivo 080

Stamattina davanti al liceo Tito Livio di Martina Franca gli studenti del Collettivo 080-Rete Degli Studenti Medi, attraverso dei cartelloni, hanno manifestato il loro dissenso nei confronti della decisione dell’esame di maturità del ministro Valditara.

“Non crediamo che un percorso scolastico valutato da un esame decisivo finale sia un percorso formativo e incoraggiante, che soprattutto, spesso, non rispecchia la strada fatta dai ragazzi per tutti e cinque gli anni antecedenti, giudicato inoltre anche da professori esterni e totalmente inconsapevoli della singolarità degli studenti.

L’esame finale deve essere un’esperienza formativa e incoraggiante, il futuro aspetta, noi non siamo pronti. Tutti continuano a metterci ostacoli per la strada dei nostri percorsi di vita, gli adulti e chi prende le decisioni al governo dovrebbero capire l’importanza di un percorso stimolante e ricco di benessere.

Siamo stanchi di non voler essere ascoltati, di essere messi da parte, ci faremo sentire”. Dichiara Monica, coordinatrice del Collettivo 080. Secondo gli studenti questo esame è un ritorno al passato: viene riproposta la tipologia di esame del 2019. “Tornare alla normalità”? In questi giorni abbiamo sentito il dovere come sindacato studentesco di ribadire insieme la nostra contrarietà a un sistema di valutazione numerica incapace di cogliere e di incoraggiare lo sviluppo degli studenti e delle studentesse; la nostra contrarietà alle prove INVALSI, sia come criterio di accesso all’esame che come strumento di valutazione dello stato di una scuola in generale; la necessità di superare organicamente gli attuali PCTO e di costruire, anche durante l’ultimo anno, percorsi invece di apprendimento che permettano di essere consapevoli dei propri diritti, come lavorator3 e come cittadin3.

Per tutti questi motivi l’Esame di Stato 2022/23 risulta inaccettabile, ed anzi un ritorno al passato sostanziale su numerosi punti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.