SS 172. Orimini ripulito dopo le segnalazioni del Comune

Dopo le segnalazioni dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Martina, la Provincia interviene per rimuovere dalla vecchia strada dell’Orimini i rifiuti abbandonati illecitamente:

A seguito di segnalazioni dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Martina, la Provincia di Taranto ha provveduto alla pulizia dei margini del tratto della strada provinciale che attraversa l’Orimini rimuovendo i rifiuti abbandonati illecitamente.

Sacchi di rifiuti di varie tipologie, fra cui carta, plastica e vetro, sono stati rimossi dal bordo della strada che attualmente è l’unica percorribile in direzione Martina-Taranto a causa della presenza del cantiere sulla Statale 172 per la realizzazione della quarta corsia dell’Orimini.

La richiesta inoltrata alla Provincia è una delle iniziative adottate dal Comune di Martina per contrastare sempre più efficacemente il fenomeno dell’abbandono illecito dei rifiuti nell’agro che, purtroppo, resta diffuso nonostante l’intensificazione dei controlli della Polizia Locale e gli appelli finalizzati alla sensibilizzazione.

L’Assessore all’Ambiente Pasqualina Castronuovo ringrazia l’ente di via Anfiteatro a Taranto per gli interventi effettuati. “Gli uffici dell’Assessorato all’Ambiente del Comune nelle scorse settimane hanno evidenziato la situazione di diverse strade provinciali fra cui la vecchia strada dell’Orimini. Ringrazio la Provincia per aver accolto le nostre segnalazioni e per aver provveduto a rimuovere i rifiuti abbandonati illecitamente sul tratto della provincia dell’Orimini che attraversa una delle zone verdi più belle del nostro territorio. Ora attendiamo con fiducia che la Provincia effettui anche gli interventi sulle altre strade segnalate in uno spirito di reciproca collaborazione fra enti”.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.