Manifestazioni anti-G7 in Valle d’Itria. Ecco il programma

Riceviamo e pubblichiamo

Tra pochi giorni la valle d’Itria si ‘prepara’ ad ospitare il G7 presso Borgo Egnazia sulla litoranea fasanese. I cosidetti ‘Grandi della terra’ rappresentati dai  presidenti in carica dei paesi più industrializzati del mondo: Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia,Regno Unito e Stati Uniti d’America.
Un vertice intergovernativo che sulla carta si presenta come un forum basato sul dialogo e coordinamento in materia economica e finanziaria,  l’aiuto allo sviluppo e il contributo alla pace e alla sicurezza globali.
In realtà ben sappiamo come le politiche di questi paesi hanno spesso portato effetti devastanti per l’economia mondiale e le politiche di gran parte dei paesi del nostro pianeta perpetuando da decenni continue crisi umanitarie, danni ambientali e  disastri irreversibili di varia natura. Decisioni prese a tavolino da pochi e soliti noti in linea con le esigenze dei ‘poteri forti’ delle grandi multinazionali del mercato mondiale che oggi più che mai ci stanno portando seriamente verso una nuova guerra mondiale  e ad una economia di guerra.
Ecco allora che come gruppo libero di cittadini della valle d’itria ci poniamo l’impellente e doveroso richiamo a manifestare il nostro dissenso nei confronti di un G7 che oltretutto tra le tematiche all’ordine dei lavori (sicurezza alimentare, migrazioni, energia) prevede quello delle Guerre  e del loro uso per riaffermare la superiorità economica degli USA con il supporto della Nato , al sostegno ad Israele, alla finta lotta ai cambiamenti climatici, ad una alimentazione sempre più chimica ed OGM per i loro guadagni e dei gravi danni alla salute. Il calcolo del solo riarmo a livello mondiale nell’immediato ammonta a 10.000 miliardi di dollari e  addirittura la Nato insieme ai ministri europei parlano di ritorno alla leva obbligatoria.
Riteniamo impellente la necessità di dire no in maniera più concreta e propositiva a tutto ciò, incluso per quanto continua impunemente ad accadere nella Striscia di Gaza dove Israele incontrastato perpetua un genocidio nei confronti di migliaia di bambini donne e uomini innocenti.

Contro questo ennesimo eccidio e contro il G7 manifesteremo pacificamente domenica 9 giugno (data in cui si eleggeranno i nuovi rappresentanti alla camera europarlamentare europea) con lo scopo di sensibilizzare maggiormente gli abitanti della valle d’Itria tra Cisternino, Locorotondo e Martina Franca.  A tal proposito invitiamo a partecipare   SABATO 8 e DOMENICA 9 GIUGNO a due iniziative in  solidarietà con il popolo palestinese e contro l’imminente G7.

SABATO 8 GIUGNO – presso la Masseria Frascarosa (Martina Franca)
Dalle ore 18  condivisione degli intenti dell’iniziativa con presentazione dell’opuscolo “Uniba va alla guerra”, a cura dei collettivi studenteschi “Cambiare Rotta” e OSA. Preparazione materiale espositivo ed informativo per la camminata del giorno dopo. A seguire cena con la cucina e il forno di Frasca e dj set di mediorientali e berbere (possibilità di pernottare portandosi la tenda )

DOMENICA 9 GIUGNO – Passeggiata rumorosa contro il G7 e in solidarietà al popolo palestinese in lotta che si terrà a partire dalle ore 12 dalla spiaggia di Torre Canne sino a quella di Lido Verde. Ci si sposterà nel pomeriggio su Locorotondo per poi concludere a Martina Franca. Ognuno dei partecipanti è pregato di indossare un maglia di colore verde o nera o rossa o bianca
Ritrovo a partire dalle ore 10 presso la Masseria Frascarosa, oppure direttamente c/o Torre Canne. Iniziativa che rientra nella programmazione  del Tavolo di coordinamento NOG7 Puglia (www.nog7.it)
Partecipiamo. Non può passarci la guerra sotto il naso senza che sentiamo quanto puzzi di morte ed ingiustizia. Siamo tutti coinvolti. Tutti responsabili. Per maggiori info seguire la Chat Telegram  ‘ValleditriaNOG7’ e al numero tel. 3472769283

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Commenti

Una risposta a “Manifestazioni anti-G7 in Valle d’Itria. Ecco il programma”

  1. Avatar Alessandra
    Alessandra

    Daje contro i fascisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.